fbpx
Atypical

Atypical, a piccoli passi verso l’Antartide (aspettando la nuova stagione)

Guida ad Atypical, per trovarsi preparati alla nuova stagione

7 minuti di lettura

Atypical è una serie tv statunitense ideata da Robia Rashid per la regia di Seth Gordon. La serie è in onda dal 2017 ed è stata distribuita dalla piattaforma streaming Netflix. Atypical conta in tutto tre stagioni e ogni episodio ha una durata di 30 minuti circa. In data 9 luglio Netflix distribuirà la quarta stagione della serie televisiva.

Per prepararci all’uscita della quarta stagione, dunque, racconteremo qui le tematiche e i personaggi che caratterizzano la serie firmata Netflix, e lo faremo cercando di capire i punti di forza di Atypical; una serie sicuramente coraggiosa per le sue intenzioni e con delle caratteristiche estremamente definite.

Il protagonista di Atypical: Sam Gardner

Atypical ci racconta la vita di Sam Gardner (Keir Gilchrist) e dei suoi ultimi anni al liceo, anni duri e di crescita che portano il ragazzo, come ogni ragazzo che stia per diventare un adulto, ad affrontare una serie di sfide e di cambiamenti. La serie tv ci narra la storia di Sam, affetto dalla sindrome di Asperger, un disturbo dello spettro autistico. Atypical ci vuole raccontare la vita di Sam in una maniera che è d’impatto per chi guarda, poiché gli permette di entrare nelle emozioni del protagonista e di chi gli sta intorno. Sam vive le situazioni in maniera differente rispetto agli altri e, alcune volte, si pongono davanti a lui sfide impensabili ai più.

Sam cammina per il corridoio della sua affollata scuola con un paio di cuffie che servono per ovattare il rumore di ciò che lo circonda; un rumore dal quale, senza di esse, sarebbe sopraffatto. Sam si protegge dalle emozioni forti perché lo confondono, vive in un mondo in cui o è bianco o è nero e quando è nervoso ripete alcuni gesti che lo possano tranquillizzare e lo aiutano a canalizzare il caos che si crea nella sua mente. Fin dal primo momento ci viene presentata la sua grande passione: l’Antartide e soprattutto i pinguini, animali di cui registra minuziosamente ogni comportamento.

La colonna sonora ci aiuta molto a capire lo stato d’animo del protagonista, rendendo alla perfezione l’idea nel momento in cui si sente sopraffatto, confuso o felice. Difatti, un merito speciale va alla scelta dei brani e delle colonne sonore che accompagnano la serie tv in tutti i suoi episodi, una vera e propria perla.

L’Antartide non è poi così lontana

Sam comincerà, al principio della prima stagione, un grandissimo percorso di crescita e maturazione, in cui, per usare una similitudine, inizierà piano piano ad uscire dal suo guscio. Piano piano che si va avanti il gelo dell’Antartide, in cui ogni tanto la sua sindrome lo trasporta, diventa sempre più sopportabile, gestibile ed avvolto da un calore unico.

La famiglia e gli amici

Attorno a Sam c’è la sua famiglia, che nel corso della serie affronterà più di una battaglia per rimanere unita e si dimostrerà in tutte le sue mille fragilità. Personaggio importante per Sam sarà il padre Doug (Michael Rapaport). Il padre, con il quale prima non aveva mai avuto un rapporto, lo aiuterà nel percorso di crescita e con lui troverà una nuova connessione, connessione che pian piano perderà con la madre Elsa (Jennifer Jason Leigh), sempre più spaventata dai cambiamenti del figlio. Un altro personaggio fondamentale è la sorella Casey (Brigette Lundy-Paine). Casey, con un carattere deciso e combattivo, è un personaggio importante all’interno della serie, che riscoprirà, nel corso delle prime tre stagioni, sé stessa e troverà il suo valore accettando sfide difficili e prendendo decisioni coraggiose.

Carattere spumeggiante e imprevedibilità invece è il modo migliore per descrivere Zahid (Nik Dodani) che ogni volta che entra in scena con il suo carisma mette in scena lo Zahid show. Lui stesso si definisce maestro di vita per Sam e amante delle donne. Il rapporto tra i due sarà molto importante e porterà dei benefici ad entrambi, dando più sicurezza a Sam e insegnando delicatezza e pazienza a Zahid che, restando vicino all’amico, riuscirà a comprenderne le forze e le debolezze.

Primi amori e prime esperienze

Atypical

L’amore è sicuramente il motore da cui nella prima stagione parte tutto. Sam si aprirà nel corso delle tre stagioni a questo importante e potente sentimento che gli darà del filo da torcere e gli chiederà di prendere le misure con delle emozioni nuove. Sam e Paige alla fine riusciranno, tra alti e bassi, a vivere la loro dolcissima storia d’amore.

L’Antartide quindi per Sam è sempre più vicina e illuminata dal calore delle esperienze che trova il coraggio di provare. Grazie alla sua voglia di uscire dal guscio ed affrontare situazioni a lui scomode, come una relazione o il college, diventerà sempre più indipendente e maturo, superando sfide per sé stesso ma creando preoccupazioni nella famiglia che vorrebbe tenerlo sempre accanto a sé. Nella quarta stagione scopriremo le nuove sfide che Sam dovrà affrontare e le diverse dinamiche che si andranno a creare.


Seguici su Instagram, Facebook, Telegram e Twitter per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci iscrivendoti al FR Club o con una donazione.

Giulia Maglione

Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e vivo a Milano. Sono una studentessa universitaria e frequento il 3^ anno di Scienze linguistiche. Mi definisco una persona molto curiosa e che si appassiona facilmente alle cose. Mi affascina molto la scrittura ed in particolare poter sviluppare sempre un mio punto di vista sulle cose. Adoro particolarmente le giornate di pioggia e gli anni '80.