fbpx
Barbie film

Tutto quello che c’è da sapere su Barbie, il live action con Margot Robbie e Ryan Gosling

/
8 minuti di lettura

Programmato per la prossima estate 2023, Barbie di Greta Gerwig si prospetta uno dei film dell’anno. La pellicola sarà una commedia, ma la storia dell’iconica bambola Mattel sembra essere più complicata di così. Dunque, nostalgici e nostalgiche di tutti i tempi armatevi di pazienza in attesa dell’uscita del live action di Greta Gerwig.

Prodotto dalla Warnes Bros, di Barbie sappiamo ancora abbastanza poco, sebbene la casa di produzione abbia già rilasciato alcune foto ufficiali degli attori sul set. La sinossi è ancora tutta da scoprire e promette faville richiamandosi alle vibes anni ’90 basate su un’estetica esagerata e accostamenti di colori fluo.

La sinossi ufficiosa di Barbie

Quando la Warner Bros ha annunciato per la prima volta il progetto, la storia era focalizzata sulla ribelle bambola bionda che viene allontanata dalla stucchevole e iperperfettissima “Barbieland” proprio perché accusata di non essere perfetta a sufficienza. È così che comincia la sua avventura nel mondo reale. In un’intervista all’Hollywood reporter del 2020, riguardo al film l’attrice australiana aveva dichiarato:

Qualsiasi cosa stiate pensando, ve ne daremo una completamente diversa.

Del cast fanno parte Margot Robbie nei panni di Barbie, Ryan Gosling è l’immancabile partner Ken, Will Ferrell, Simu Liu (Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli), America Ferrera (Superstore), Kate McKinnon (Il tuo ex non muore mai), Michael Cera (Scott Pilgrim vs. the World), Alexandra Shipp (X-Men – Dark Phoenix), Issa Rae (La piccola boss), Ritu Arya, Emma Mackey, Emerald Fennell, Hari Nef, Jamie Demetriou, Rhea Perlman, Ariana Greenblatt, Kingsley Ben-Adir, Connor Swindells, Scott Evans, Ncuti Gatwa, Sharon Rooney e Ana Cruz Kayne.

Dunque, una Barbie sui generis è quella scritta dalla regista Greta Gerwig e dal compagno di vita e di scrittura Noah Baumbach. Non a caso i due sono conosciuti soprattutto per le loro eroine drammatiche e ben poco canoniche.

Infatti, la coppia ha già lavorato insieme in film quali Frances Ha (2012), Mistress America (2015), Lo stravagante mondo di Greenberg (2010). Ma conosciuti soprattutto per le sceneggiature e la regia di Lady Bird – che ha fatto vincere a Greta Gerwig il Golden Globe per il miglior film commedia o musicale e ben due nomination agli Oscar – e Storia di un matrimonio e Il matrimonio di mia sorella – nel quale Baumbach ha lavorato con l’ex moglie Jennifer Jason Leigh.

Barbie: la fine di un modello?

Ormai entrata a far parte della vita di ogni bambina nel mondo, Barbie non smette di far parlare di sé, anche se forse non tutti sanno che il suo è Barbara Millicent Roberts ed è nata a Willow nel Wisconsin.

Dal suo debutto nel 1959, la bambola ha segnato un’epoca, non soltanto nell’ambito della moda – molti stilisti e tendenze si sono ispirati a lei – ma è diventata un modello da raggiungere e imitare grazie al motto “Puoi essere tutto ciò che desideri”, punto cardine della casa produttrice e di Barbie sin dalla sua nascita.

Sebbene il motto sembri adattarsi a chiunque e a qualunque professione, nel corso della sua lunga vita Barbie ha ricevuto moltissime critiche. Tacciata di essere lo Stereotipo con la S maiscola per eccellenza: la bella e giovane ragazza frivola e confettosa che fa solo shopping. Che sia per questo che la coppia Gerwig-Baumbach ha deciso di optare per una nuova Barbie unticonformista?

Non è passata infatti inosservata la sonora sberla di una delle scene del film – nella quale si vede Barbie (Margot Robbie) tira un pugno a un uomo che le avrebbe toccato il fondoschiena e accompagnata dall’urletto di Ken (Ryan Gosling) – ormai diventata un meme sul web.

Ovviamente non è solo la nuova Barbie a scardinare il ruolo “perfetto ideale femminile”, ma potremo aspettarci qualche sorpresa anche dal variegatissimo cast. Non dimentichiamo che ne fanno parte Issa Rae e Hari Nef che secondo alcuni rumor potrebbero interpretare differenti versioni della stessa Barbie, allo stesso modo Simu Liu, Michael Cera e anche Ncuti Gtawa potrebbero essere varianti “inclusive” di Ken. 

Alcune curiosità sul film Barbie che forse non sapevi

Molte erano in lizza per dare il proprio volto alla bambola Mattel più famosa di tutti i tempi. Dopo che la collega Amy Schumer (che era stata scelta per il ruolo principale) ha abbandonato il progetto a causa di conflitti di programmazione nel marzo 2017, la palla è toccata all’attrice Anne Hathaway, la quale ha abbandonato il progretto nel 2018.

Anche Lady Gaga era stata considerata per il ruolo di Barbie, ma alla fine è stata Margot Robbie ad ottenere la parte. Per la controparte maschile, invece, l’unica scelta era Ryan Gosling che – per fortuna – non ha abbandonato la produzione.

Agli sgargianti abiti fluo ricalcati dalle vere Barbie prodotte sin’ora ci ha pensato la costumista Jacqueline Durran, che si è occupata anche degli abiti dei film Pride and Prejudice, Anna Karenina – per il quale ha vinto l’Oscar ai migliori costumi nel 2013 – e Piccole donne – per il quale ha vinto il suo secondo Oscar nel 2020.

La colonna sonora – sfortunatamente – non conterà la hit della band danese gli Aqua, Barbie Girl. A comunicarlo è stato lo stesso Ulrich Møller-Jørgensen – manager della cantante Lene Nystrøm – che ha laconicamente detto “La canzone non sarà usata nel film”. Anche se dalla Warner Bros non sono arrivate smentite né commenti, è probabile che il pezzo non sia stato inserito a causa degli antichi attriti fra la Mattel e il gruppo, accusato di aver leso l’immagine della bambola con la loro canzone-parodia.

Gli Aqua però non demordono e il 2 e 3 luglio tornano a esibirsi in Italia, a Milano, assieme ad altri miti anni Novanta come gli Eiffel 65 e i VengaBoys.

Tutte le foto dal set di Barbie


Seguici su InstagramTikTokFacebook e Telegram per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Classe 1996. Siciliana trapiantata a Roma, mi sono innamorata dei libri e delle storie narrate da bambina. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione, ho intrapreso il mio viaggio all'interno del mondo dell'editoria.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[streamweasels layout="status" channels="npcmagazine" game="" team="" ]