fbpx
black-panther-chadwick-boseman

Chadwick Boseman, non solo il re del Wakanda

Uno sguardo ai ruoli più iconici di Chadwick Boseman, eroe sullo schermo e nella vita reale.

/
5 minuti di lettura

Il 28 agosto 2020 ci lasciava inaspettatamente Chadwick Boseman dopo una lunga battaglia contro il cancro, che tuttavia non gli ha mai impedito di regalare al pubblico grandi emozioni. Ripercorriamo la carriera di questo grande uomo in occasione di quello che sarebbe stato il suo quarantacinquesimo compleanno.

La formazione e l’inizio di carriera

Chadwick Boseman Marvel

Classe 1976, nato e cresciuto in Carolina del Sud, Chadwick Boseman rinuncia a giocare a pallacanestro nella squadra del college per entrare nel mondo dello spettacolo. Nel 2000 ottiene il Bachelor of Fine Arts in regia presso la Howard University, e successivamente frequenta l’Oxford Summer Program della British American Drama Academy, grazie ad una raccolta fondi finanziata in parte dall’allora attore emergente Denzel Washington.

Dopo una breve carriera come attore teatrale ed apparizioni in serie televisive quali ERMedici in prima linea, Law and Order, e Cold Case-Delitti imperfetti, si trasferisce a Los Angeles ed esordisce al cinema con The Express, diretto da Gary Fleder. Nel 2013 ottiene il ruolo di protagonista in 42-La veria storia di una leggenda americana, in cui interpreta l’icona del baseball Jackie Robinson, per poi recitare in un altro film a tema sportivo, Draft Day. Nel 2014 ottiene il ruolo principale nel biopic su James Brown, Get on Up, e la sua performance viene elogiata da pubblico e critica.

L’ingresso nell’MCU e il fenomeno Black Panther

Chadwick Boseman premi

Nel 2016, Chadwick Boseman fa il suo ingresso nel Marvel Cinematic Universe, interpretando il re del Wakanda T’Challa (da subito molto amato dal pubblico) in Captain America-Civil War, e l’anno successivo entra nel cast di Marcia per la libertà, ottenendo un ampio consenso dalla critica. Il successo mondiale per Boseman arriva però con l’uscita di Black Panther, nel 2018, che rende T’Challa il primo supereroe di colore ad avere un suo film stand-alone. Agli Oscar 2019 Black Panther ottiene ben cinque nomination tra cui quella per il miglior film, mai ottenuta prima da un film di supereroi, riuscendo a portare a casa ben tre premi: migliori costumi, colonna sonora, e scenografia.

Nel 2018 e 2019, Chadwick Boseman veste nuovamente i panni di T’Challa in Avengers-Infinity War e Avengers-Endgame rispettivamente; a questo punto il suo personaggio è uno dei più amati nell’intero MCU, tanto da farlo diventare simbolo di integrazione, inclusione e speranza, nonchè un’ispirazione per migliaia di giovani di colore in tutto il mondo.

Gli ultimi ruoli

Chadwick Boseman Black Panther
Chadwick Boseman in una scena di Ma Rainey’s Black Bottom

Nel 2019 Chadwick Boseman prende parte a City of Crime, poliziesco diretto da Brian Kirk non particolarmente apprezzato dal pubblico. Nel 2020 recita in Da 5 Bloods-Come fratelli, distribuito su Netflix e diretto da Spike Lee, e la sua interpretazione di Norman Holloway, positivamente accolta dalla critica, gli vale una candidatura come migliore attore non protagonista ai Critics’ Choice Awards.

Nel 2020 Chadwick Boseman porta a casa il suo primo Golden Globe grazie all’interpretazione del trombettista Levee in Ma Rainey’s Black Bottom, distribuito da Netflix, in cui recita al fianco di Viola Davies, e per lo stesso ruolo riceve una nomination agli Oscar 2021 come migliore attore protagonista (premio poi assegnato ad Antony Hopkins per The Father).

L’eredità di Chadwick Boseman

Alla notizia della morte prematura di Chadwick Boseman, avvenuta il 28 agosto 2020 (ben prima dell’annuncio delle nomination agli Oscar), un fandom ormai dalle dimensioni sconfinate si ritrova sbigottito e in preda all’incredulità. La rivelazione della malattia di Boseman, contro cui lottava da tempo in segreto e senza mai smettere di lavorare, lascia il pubblico attonito e commosso davanti a tanto eroismo e dedizione. Date le circostanze, il titolo del sequel di Black Panther, Black Panther-Wakanda Forever, sembra più che adatto a rispecchiare lo stato d’animo di milioni di persone che si recheranno al cinema con le lacrime agli occhi, incrociando le braccia sul petto e gridando “yibambe” durante i titoli di testa.


Seguici su InstagramFacebookTelegram e Twitter per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Classe 1996, dottoranda in Ingegneria Industriale all’Università di Napoli Federico II, il cinema è la mia grande passione da quando ho memoria. Nerd dichiarata, accanita lettrice di classici, sogno di mettere anche la mia formazione scientifica al servizio della Settima Arte. Film preferito? Il Signore degli Anelli.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[streamweasels layout="status" channels="npcmagazine" game="" team="" ]