fbpx

Cinema e blackjack: un connubio che ha fatto storia

7 minuti di lettura

Il mondo dei giochi di carte e da casino si è incrociato spesso con quello del cinema, grazie all’intuizione di registi e sceneggiatori che hanno saputo costruire intere storie o singole scene rimaste nell’immaginario collettivo attorno a questo elemento. Tra i giochi più utilizzati nelle trame cinematografiche troviamo il blackjack, un grande classico delle sale che proprio sul grande schermo ha vissuto momenti esaltanti.

Dalle prime sale gioco al mondo digitale

Il blackjack nasce come gioco in Francia con il nome di Vingt-et-un, per affermarsi successivamente nella versione oggi più conosciuta prima negli Stati Uniti e poi nel resto del mondo. Per decenni questo appassionante gioco, basato sulla sfida tra partecipanti e dealer e sull’obiettivo di raggiungere il maggior punteggio senza superare il 21, ha dominato assieme ad altri famosi passatempi le sale fisiche, confermandosi come uno dei più apprezzati in assoluto anche per le sue caratteristiche di semplicità e velocità.

Con l’avvento del digitale, il blackjack è entrato in una seconda giovinezza grazie all’intuizione degli operatori del settore che hanno trasferito su apposite piattaforme e app accessibili da PC e da mobile questo e altri svaghi tipici delle sale casino, permettendo a un pubblico molto più ampio di utilizzarli in maniera molto più pratica. A favorire il successo del blackjack, però, sono stati negli anni anche i tanti richiami al gioco nella cultura popolare, a partire dalle citazioni provenienti dal mondo della musica e ancor di più da cinema e TV: ecco dunque alcuni dei momenti indimenticabili passati sul grande schermo

21, un film tutto dedicato al blackjack

Il blackjack, come detto, è stato spesso protagonista di singole scene cinematografiche rimaste nel cuore degli spettatori, ma non mancano interi film dedicati proprio a questo gioco, a partire da 21, che già dal titolo richiama questo passatempo. Diretto da Robert Luketic su sceneggiatura di Peter Steinfeld e Allan Loeb, 21 prende spunto dalla vera storia del MIT blackjack Team, un gruppo di studenti del MIT che negli anni ’80 riuscì a sbancare diverse sale grazie alla tecnica del conteggio delle carte.

Uscito nel 2008 e a sua volta ispirato al libro blackjack Club (Bringing Down the House), il film si muove lungo diverse vicissitudini narrative in cui tuttavia il blackjack è, nel bene e nel male, sempre protagonista. Una storia di amicizia e rapporti umani, in cui le abilità matematiche e i risultati ottenibili grazie a esse fanno da sfondo a una trama ricca di successi, disavventure e colpi di scena.

Rain Man, un cult tra gioco e sentimento

Rain Man – L’uomo della pioggia è forse uno dei film più famosi di sempre, una pellicola dal forte impatto emozionale e sentimentale in cui il blackjack riveste un ruolo molto importante. Premiato con 4 Oscar (miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista e migliore sceneggiatura originale), Rain Man può contare su una coppia divenuta iconica, ossia quella formata da Tom Cruise e Dustin Hoffmann, nei panni dei fratelli Babbitt.

La storia inizia quando Charlie Babbitt (Tom Cruise) viene informato della morte del padre, con cui non era più in rapporti da molto tempo, e scopre di aver ricevuto in eredità solo una vecchia auto, mentre al fratello maggiore Raymond vengono assegnati ben 3 milioni di dollari. Charlie, allo scopo di riottenere la sua parte, decide di rapire il fratello autistico e di raggirarlo. Trascorrendo molto tempo insieme, in realtà, Charlie inizia a ricordare la sua infanzia e ad affezionarsi a Raymond, con cui vivrà peraltro momenti molto intensi al tavolo da gioco quando insieme si recherano a Las Vegas per sfruttare le sue capacità mnemoniche e vincere proprio a blackjack. Il finale, però, riserva qualche amarezza, dal momento che Charlie perderà la tutela legale e Raymond tornerà in clinica, ma ciò non impedirà ai due di continuare a vedersi in nome di un amore fraterno ritrovato.

The Cooler, un film su una figura molto particolare

Altra pellicola molto interessante ambientata nel mondo dei casino è The Cooler, uscita nel 2003 e basata su una figura molto particolare presente nelle sale: con questo termine, infatti, si identificano i finti giocatori che prendono parte ai giochi allo scopo di far sbagliare gli altri partecipanti. La storia raccontata dal film è quella di Bernie Lootz, un cooler per l’appunto, che lavora agli ordini di un boss all’interno di un grande casino statunitense. Il suo compito è quello di unirsi ai tavoli più ricchi e far perdere i clienti, così da arricchire le tasche del proprio capo, e ovviamente nello svolgimento della sua professione non mancano le partite al blackjack.

Tutto però si complica quando Bernie si innamora di una cameriera, finendo in una relazione che creerà problemi al casino rovinando il rapporto di lavoro tra le parti.

Questi sono in realtà solo pochissimi esempi di film incentrati, in maniera più o meno netta, sul mondo del blackjack e del gioco in generale, ma non meno interessanti da recuperare, per gli amanti del genere, sono The Gambler, The Last Casino, alcuni episodi di 007 o la trilogia Ocean’s, tutte pellicole in cui le vicissitudini umane si intrecciano con le emozionanti atmosfere tipiche delle sale. Quali sono i vostri preferiti?

[streamweasels layout="status" channels="npcmagazine" game="" team="" ]