Da Rai a Netflix: chi è Eleonora Andreatta

Dopo 25 anni, Eleonora “Tinny” Andreatta abbandona la RAI e diventa vicepresidente delle Serie Originali Italiane per Netflix Italia. «Lascio questa azienda che è stata la mia casa da sempre» ha detto la ormai ex Direttrice di Rai Fiction. Kelly Luegenbiehl, vicepresidente delle Serie Originali EMEA per Netflix si è mostrata entusiasta di dare il benvenuto nel team a ‘Tinny” mentre stanno «incrementando l’impegno a lungo termine in Italia e l’offerta di serie Made in Italy per il pubblico globale». La Rai diffonde la notizia tramite un comunicato, in cui augura buon lavoro alla ex dipendente e la ringrazia per ciò che ha fatto per l’Azienda in questi anni. Al suo posto (ad interim) ci sarà l’Amministratore Delegato Fabrizio Salini.

Leggi anche: Giugno in Streaming: guida alle uscite

eleonora andreatta rai netflix

Da luglio “Tinny” (così la chiamano tutti, anche sul lavoro) ricoprirà l’incarico di Felipe Tewes. Si occuperà della guida del team che crea e sviluppa le serie italiane prodotte e distribuite dal colosso dello streaming Netflix. Ormai da qualche anno Netflix ha deciso di investire in progetti italiani. Nel 2020 saranno lanciate cinque nuove stagioni di serie originali italiane, che dovrebbero raddoppiare per il 2022. Tra i titoli delle nuove proposte Zero, da un’idea di Antonio Dikele Distefano, l’adattamento di Fedeltà (un libro di Marco Missiroli) e La vita bugiarda degli adulti, l’ultimo libro di Elena Ferrante.

Addio alla Rai, ma chi è Eleonora Andreatta?

Classe 1964, nata a Bologna. Figlia dello statista e ministro italiano Beniamino Andreatta, Eleonora Andreatta si laurea in letteratura italiana all’Università di Bologna e si fa le ossa tra corsi, seminari ed esperienza sul campo. Appassionata di cinema, inizia a scrivere per giornali locali. In seguito, grazie alla conoscenza con Enzo Raimondi, finisce a Los Angeles. Lì frequenta alcuni corsi offerti dal dipartimento di italianistica della Ucla (in letteratura applicata alle arti cinematografiche). Tornata in Italia, a fine anni ’80 lavora per l’Academy Pictures, società di distribuzione cinematografica.

Leggi anche: «Sotto il sole di Riccione», Tommaso Paradiso e la sagra del cringe

eleonora andreatta rai netflix
Eleonora Andreatta insieme all’attore John Turturro

“Tinny” si occupava della selezione dei film, delle campagne di lancio, della partecipazione ai festival, della distribuzione delle opere italiane. Collabora con l’Emam (European Master in Audiovisual Management) e si fa conoscere nell’ambiente, guadagnando un’eccellente competenza mista manageriale e artistica. Nel 1995 entra alla Rai e dopo qualche anno il suo contratto viene finalmente regolarizzato. Rimane a lavorare per l’Azienda, passando da un incarico all’altro. È stata Direttrice di Rai Fiction dal 2012 fino a oggi. Adesso Eleonora Andreatta dice addio alla Rai e accoglie la proposta di Netflix. Una nuova sfida, che speriamo sappia vincere.


Seguici su Instagram, Facebook e Telegram per scoprire tutti i nostri contenuti!

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. NPC Magazine è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle.

Agata Iacopozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.