i care a lot

I care a lot: quando la determinazione non basta

I care a lot è il nuovo film di J Blakeson, filmato nel 2019 e uscito il 18 Febbraio 2021 su Amazon Prime Video nel nostro paese. Si tratta di una commedia dai toni dark che vede come protagonista Rosamund Pike nei panni di Marla Grayson, una spietata truffatrice che con l’aiuto di una dottoressa spedisce gli anziani in una casa di riposo per rivendere i loro averi in quanto tutrice.

Viene qui descritto un mondo cinico e spietato, che purtroppo è molto più simile alla realtà di quanto non vorremmo credere. Marla infatti è una donna sfrontata, che non si fa scrupoli pur di arricchirsi alle spalle dei più vulnerabili, riuscendo sempre nel suo scopo.

“Il gioco leale è una presa in giro inventata dai ricchi per far restare il resto di noi poveri. Io sono stata povera. Ma la cosa non faceva per me.”

-Marla Grayson

Nel complesso la commedia ricorda un po’ lo stile di The Gentlemen di Guy Ritchie, che dipinge l’uomo/donna di successo dei nostri tempi, che si è fatto strada con metodi illegali, ma subdoli e ambigui e che quindi risulta difficile da incriminare. Anche in questo caso il prodotto finale è originale e godibile. Scopriamo perché non perderlo.

I Care a lot è una commedia divertente ma non troppo

I care a Lot (2020)

Ci sono molti momenti goliardici I Care a lot, i personaggi a volte si comportano in maniera volutamente caricaturale proprio per accentuare questo aspetto. Tuttavia, nonostante lo humor di fondo, la pellicola veicola un messaggio di denuncia al proverbiale Sogno Americano che si paventa dietro a massime false quali “per fare successo servono determinazione e il non arrendersi mai” (per citare la stessa Marla), ma che in realtà consiste nella prevaricazione da parte del più forte sui più deboli. Come ci viene descritto dalla protagonista, il mondo si divide in leoni e agnelli e lei ha scelto di diventare una leonessa (o forse sarebbe più corretto dire uno sciacallo).

Thriller al punto giusto

I care a Lot

Non mancano i momenti di azione, anch’essi a tratti grotteschi e divertenti, ma soprattutto efficaci, che portano lo spettatore ad interrogarsi in continuazione sulle sorti dei vari personaggi. Prima tra tutte la scena in cui Marla deve uscire dall’automobile mentre sprofonda nelle acque lacustri, che ci dà la sensazione fino all’ultimo di affogare insieme a lei. Ottimo anche il fatto che si giochi molto sull’effetto sorpresa, che va bene a braccetto con una buona e scorrevole alternanza di momenti thriller e commedia.

Vedere I care a lot per le sue interpretazioni

I care a Lot (2020)

Le interpretazioni degli attori sono superlative: lo sguardo gelido di R. Pike le conferisce un attributo importante per interpretare in maniera ottimale il ruolo dell’ambiziosa sociopatica, come già visto in Gone Girl- L’amore bugiardo, altra performance in cui l’attrice si è superata. Anche qui la troviamo in un ruolo memorabile e sicuramente uno dei migliori in cui abbia mai recitato. Lo stesso si può dire di Peter Dinklage, che con il cattivo Roman Lunyov ha toccato l’apice della sua carriera regalandoci un personaggio divertente, ma allo stesso tempo con una grande caratterizzazione alle spalle.

Nel cast c’è anche la mitica Dianne Wiest, nei panni della signora Jessica Peterson, una vecchietta apparentemente innocua, ma che causerà un mare di problemi e sarà il vero fulcro della vicenda.


Seguici su InstagramFacebookTelegram e Twitter per sapere sempre cosa guardare!

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. NPC Magazine è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle.

Anna Secchi