fbpx
Musica leggerissima

Come il video di Musica Leggerissima ha battuto Parasite (su Letterboxd)

//
7 minuti di lettura

Quarto classificato a Sanremo 2021 ma primo nel cuore di sempre più italiani, Musica Leggerissima di Colapesce e Dimartino è il brano del momento. Tutti lo cantano, nessuno riesce a toglierselo dalla testa. A contribuire al suo successo, il videoclip che lo accompagna, uscito poco dopo l’esibizione dei due artisti e accolto molto positivamente.

Proprio il videoclip è stato, qualche giorno fa, al centro di un fatto singolare: se infatti aveste dato un’occhiata alla lista degli Highest Rated Movies su Letterboxd, l’avreste trovato al primo posto, persino al di sopra di Parasite di Bong Joon-ho, il lungometraggio con la votazione media più alta sul social. Ma come si è arrivati a ciò?

Il videoclip di Musica Leggerissima tra Jodorowsky e Wes Anderson

Diretto da Zavvo Nicolosi, che fa parte del collettivo Ground’s Oranges, il video di Musica Leggerissima è fortemente citazionista. Accanto ai riferimenti puramente sanremesi (come quello al tentato suicidio di Pino Pagano, salvato da Pippo Baudo), troviamo diverse suggestioni dal mondo del cinema e della fotografia. La donna vestita di nero e lo specchio rimandano a El Topo di Jodorowsky, diverse inquadrature ricordano gli scatti di William Eggleston e la precisa simmetria, unita ai colori pastello, lo stile di Wes Anderson. Insomma, il mix perfetto per far impazzire i cinefili.

La Smarginatura ha realizzato un’analisi del video molto interessante, dalla quale abbiamo attinto per raccontarvi quanto successo nelle ultime ore su Letterboxd, social per cinefili sempre più diffuso anche in Italia. Dunque, veniamo a noi: cosa è successo su Letterboxd e in che modo Musica leggerissima ha battuto il premio Oscar Parasite?

Guerra a colpi di voti

Musica Leggerissima su letterboxd

“Vorrei loggare il video di Musica Leggerissima su Letterboxd e metterlo tra i miei film preferiti”

“Amo te lo metto su Letterboxd?

“AMO TI PREGO SÌ

“VADO

Via Twitter

Dopo questo breve scambio di tweet, l’8 marzo 2021, il video di Musica Leggerissima ha fatto la sua apparizione su Letterboxd assieme a I Mortali, anch’esso dal sapore surrealista, uscito a febbraio e diretto sempre da Zavvo Nicolosi in cui vediamo Colapesce e Dimartino parlare di Sanremo 2021. «E questo chi è?», chiede il secondo. «Il deep web», risponde il primo.

In molti hanno iniziato a loggare il video, ossia aggiungerlo ai contenuti visti, e a dargli cinque stelle accompagnate da recensioni entusiaste e divertenti: “La scena di loro in disco con le camicie leopardate > gli ultimi 40 anni di cinema” ha recensito qualcuno, “a.C. e d.C. in realtà è un modo per dividere la storia in avanti ColapesceDimartino e dopo ColapesceDimartino ma non siete ancora pronti per questa conversazione”, ha riassunto un utente.

Musica leggerissima meme

Quando sono stati superati persino Pulp Fiction e Parasite è arrivato il tweet virale, che ha superato i 500 like e gli 80 retweet: “Non so come dirlo ma Musica Leggerissima è al terzo posto degli highest rated films di tutti i tempi di Letterboxd”. Anche grazie alla spinta ricevuta con storie Instagram e passaparola su Telegram, il video ha continuato a salire inesorabilmente, fino a piazzarsi al primo posto con una votazione media di 4.8. In totale, circa 700 persone lo hanno registrato nel giro di un paio di giorni.

Musica leggerissima su letterboxd

La vicenda non è passata inosservata al regista Zavvo Nicolosi, che ha loggato le due opere e creato una lista intitolata Non pensavo di finire su Letterboxd. Nicolosi ha inoltre ringraziato tutti coloro che hanno speso belle parole per il video (il suo commento, “Sono commosso“, è finito in cima nella pagina del videoclip).

I meme di Sanremo 2021 diventano cinefili

Sanremo meme

Ovviamente i meme non hanno tardato ad arrivare: da Fiorello al buio dietro Amadeus come Musica Leggerissima con Parasite fino al volto del regista photoshoppato su quello di Cannavaro che alza la Coppa del Mondo, Twitter si è sbizzarrito come al solito.

Musica leggerissima su twitter

Musica Leggerissima non ce l’ha fatta, lunga vita a Musica Leggerissima

Ma era ancora presto per cantare vittoria: i fan di El Taquero Mamón, corto di Chak Ramirez che si trovava in vetta alla lista, non hanno accettato la cosa e hanno iniziato a dare voti bassi a Musica Leggerissima per farne scendere il rating e preservare la posizione del primo. Gli italiani non si sono però lasciati intimorire e hanno ripagato gli avversari con la stessa moneta.

Una vera e propria guerra a colpi di voti, che si è però conclusa con l’eliminazione da parte di TMDb (tramite il quale vengono create le schede dei film su Letterboxd) di entrambe le opere – e de I Mortali, che intanto era arrivato 150 posti sopra Psycho di Hitchcock. Questo perché, in teoria, non si possono caricare video musicali sul sito. Resta misteriosa la scomparsa di El Taquero Mamón, che non aveva nessun motivo per venire rimosso.

Ieri, I Mortali è stato nuovamente aggiunto su Letterboxd e mentre scriviamo si trova al 97esimo posto nella classifica mondiale con un punteggio di 4.4. Riuscirà a sopravvivere, questa volta?

Cosa ci insegna il record di Musica Leggerissima

Musica leggerissima videoclip

Questa incredibile vicenda ci fa capire tre cose.

Primo, Colapesce e Dimartino sono i veri vincitori di questo Festival di Sanremo: la loro canzone è irresistibile, la loro simpatia è contagiosa.

Secondo, Zavvo Nicolosi ha diretto un video musicale come non se ne vedevano da tempo, quindi merita tutte le lodi che sta ricevendo.

Terzo, i rating dei film sono facilmente manipolabili su internet, quindi è sempre bene guardare qualcosa se ci interessa, invece che desistere per dei giudizi negativi. O magari, leggersi una bella recensione prima di cedere al fascino delle stelline.

Quel che è certo è che non ci libereremo presto di Musica Leggerissima. Ed è giusto così.


Seguici su Instagram, Facebook, Telegram e Twitter per sapere sempre cosa guardare!

Christian Montedoro

Classe 1999, pugliese fuorisede a Bologna per studiare al DAMS. Cose che amo: l’estetica neon di Refn, la discografia di Britney Spears e i dipinti di Munch. Cose che odio: il fatto che ci siano ancora persone nel mondo che non hanno visto Mean Girls.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.