Naya Rivera: il ricordo delle migliori canzoni di «Glee»

L’ultimo ritratto che ci lascia Naya Rivera è quello di una madre che salva suo figlio. Così l’8 luglio 2020, l’attrice e cantante americana si è spenta a soli trentatré anni tra le acque del Lago Piru, in California. Sembrava la perfetta meta per una gita fuori porta, solo lei e il figlio Josey, di quattro anni. Ma, mentre il bambino è stato subito trovato da solo sulla barca, le autorità hanno dato Naya per dispersa, fino alla triste notizia che ha toccato tutti.

Ricordiamo Naya Rivera come Santana Lopez nella serie Glee, prodotta da Ryan Murphy, Brad Falchuk e Ian Brennan. Una comedy musicale che per sei stagioni ha accompagnato con i colori pop, le canzoni e la piccata ironia un’intera generazione. E, di quel gruppo pittoresco che dal Liceo McKinley è cresciuto insieme a noi, non possiamo dimenticare Santana. Così come non l’ha dimenticata il cast di Glee, che le ha reso omaggio tenendosi per mano sulle rive del lago Piru.

Naya Rivera e la sua Santana Lopez

Chi è Santana Lopez? Sicura di sé e delle sue posizioni, si è sempre fatta strada e ha affrontato le difficoltà con il suo carattere a volte duro e cinico, senza mai abbassare la testa davanti a niente e a nessuno. La tratteggiano il suo spirito da prima donna e un consapevole talento. Da un lato appare come la cattiva ragazza, ma al contempo sa mostrare lati estremamente dolci.

Leggi anche:
Non hai ancora capito Dark? Proviamo a spiegartela noi

Santana in fondo vuole bene un po’ a modo suo, in maniera vera e autentica, senza ostentarlo troppo. La spumeggiante e temeraria ragazza latina cresce e matura, trovando finalmente l’amore e il coraggio di accettarlo. E noi, amanti di Glee, vogliamo ricordare Naya Rivera con il coraggio e la tenacia di un personaggio che rimarrà nella memoria di tutti. Ma soprattutto, che ha condotto molti all’accettazione di sé e alla forza di conoscersi.

«Valerie» (2×9)

Il brano di Amy Winehouse è una delle performance più caratteristiche del personaggio di Santana. Sulle note soul di un pezzo apparentemente allegro, ma che in realtà parla di un amore finito, emerge senza filtri la sua personalità e il suo inconfondibile carisma. Gli stessi che accompagnano il duo esplosivo con Mercedes (Amber Riley) in River Deep Mountain High (2×4) di Tina Turner.

In entrambi i casi la sicurezza e la sfrontatezza padroneggiano la canzone, con una Santana consapevole di ciò che desidera e di ciò che possiede. Lo dimostra il significato della canzone, in cui una donna chiama il suo amore chiedendogli di tornare a casa, ma non si strugge per lui e reagisce, non lasciandosi scalfire.

«Landside» (2×15)

Beh, sono stata spaventata dal cambiamento, perché ho costruito la mia vita attorno a te.

La fragilità e la dolcezza di Santana si esprimono nel rapporto con Brittany (Heather Morris). Uno spazio sicuro in cui lasciar crollare la corazza e la maschera della ragazza cinica. Santana, difatti, manipolatrice di ragazzi, non ha mai trovato l’amore, ma ci ha sempre giocato per paura del dolore che potesse provocarle. Quando però si innamora di Brittany tutto cambia e finalmente accetta la fragilità che l’amore ci chiama ad ammettere.

Leggi anche:
5 serie tv a tema LGBT+ da guardare nel Pride Month

Landslide” in italiano significa “frana“: è uno dei primi momenti in cui le ragazze ammettono il sentimento reciproco, che si andrà a sviluppare nelle stagioni successive. La perfetta descrizione di un momento di cambiamento fondamentale.

«Rumor Has It/Someone Like You» (3×6)

Quando una sfida di mash up (canzone data dall’unione di due o più brani differenti) crea attrito all’interno del Glee Club, Naya Rivera irrompe con la sua voce a tutto volume. Ed è sul brano Rumor Has It/Someone Like You che illumina il palco. Niente di più azzeccato per un momento molto particolare della sua storia personale, che lei cerca di nascondere con frecciatine e insulti ai compagni.

Leggi anche:
The Old Guard, Luca Marinelli e Charlize Theron a patti con l’immortalità

I rumors sull’omosessualità della cheerleader si diffondono a scuola, tutti gli occhi sono puntati su di lei. Ma Santana non è ancora pronta a dichiararsi lesbica e a confessare il suo amore per Brittany. Così si rifugia dietro una rabbia repressa e una sconsolazione che solo la musica può curare.

«La Isla Bonita» (3×12)

Non possiamo mancare di citare poi le origini latine di Santana in un duetto molto particolare. Il protagonista è David, il professore di spagnolo rappresentato dal fantastico Ricky Martin. Le voci e i corpi dei due si uniscono in un’esecuzione difficile da dimenticare, che dona a Naya Rivera un fascino e uno charme unici. Sulle note della canzone, originariamente cantata da Madonna e presentata in una versione più ritmata, si intrecciano sensualità, sguardi e intesa reciproca. L’esecuzione vede Santana e David cimentarsi in un passo a due pieno di quello spirito sensuale e temerario che lascia la platea completamente a bocca aperta.

«Mine» (4×4)

La cover della canzone di successo di Taylor Swift accompagna invece uno dei momenti più toccanti della serie. Quando Santana canta per la migliore amica e fidanzata Brittany. La loro è una relazione a distanza da quando Brittany è rimasta al McKinley e Santana ha iniziato la vita universitaria. Sono tanti gli ostacoli da affrontare, dall’attrazione per altre persone alla possibilità di vedersi solo il weekend. Per la coppia sembra arrivato il punto di rottura e a volte solo una canzone può esprimere quello che non si riesce a raccontare.

«Girl On Fire» (4×13)

Dopo la strabiliante interpretazione di Rizzo (dal film Grease) con il pezzo There Are Worse Things I Could Do, Santana deve fare ancora una volta i conti con quello che vuole davvero. Ha lasciato l’università e il suo prossimo obiettivo sembra quello di allenare le Cheerios quando Sue morirà. Brittany ora sta con Sam (Chord Overstreet) e Santana non sa che direzione dare al suo futuro. Così il brano di Alicia Keys Girl On Fire sancisce una svolta decisiva nella vita di Santana: andrà a vivere a New York, per vedere cosa offre la grande città a una diva come lei.

«Toxic» (5×12)

Una speciale citazione finale va sicuramente alla mitica Dannata trinità (Unholy Trinity) composta dalle cheerleader Santana, Brittany e Quinn (Dianna Agron). La loro esibizione di Toxic di Britney Spears infiamma la quinta e penultima stagione. E non poteva cantarlo nessun altro, se non il trio iconico che alla dicitura di trinità affianca l’aggettivo “dannata“. Quindi espressione di sensualità ed espressione di femminilità al massimo livello, percepite come tutto ciò che è proibito. Il perfetto connubio per descrivere Santana e omaggiarla fino alla fine.

Addio Naya Rivera e grazie di tutto.

Articolo di Francesca Brioschi e Giulia Maglione.


Seguici su Instagram, Facebook e Telegram per scoprire tutti i nostri contenuti!

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. NPC Magazine è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle.

Redazione NPC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.