fbpx
npcwatch-eyelet-npcmagazine

Nasce NPC Watch, cos’è e come funziona la nostra piattaforma streaming

NPC Magazine si allarga: nasce npcwatch.eyelet.com, la piattaforma streaming interamente curata dalla redazione

/
10 minuti di lettura

C’è una novità e si chiama NPC Watch. È la nostra piattaforma streaming. L’ennesima tra le tante, direte, ma davvero: questa volta non è come sembra. D’ora in poi NPC Magazine curerà il catalogo di un ristretto numero di film selezionati per voi. Niente algoritmi, dunque. Niente “si ti è piaciuto guarda anche”. Abbiamo voluto metterci in viaggio oltre il confine dei gusti pilotati, abilissimi nel ripeterci cosa amiamo ma impossibilitati a coglierci di meraviglia. NPC Watch vorrà anche questo: stupire. Ci proveremo, con liste costruite su temi d’attualità e cataloghi ampi per chi vuole sperimentare nuovi percorsi.

La cura editoriale di NPC Watch sarà della redazione. Passione, competenza e l’inesauribile amore per il cinema sono gli unici fattori di un’equazione umana che risponde con forza alla ferocia silente dell’algoritmo.

Dietro ogni film, una scelta. Dietro ogni lista, un’idea. Non sarete d’accordo e potrete dircelo: litighiamo! Il dibattito sì, il dibattito sì! NPC Watch darà spazio agli utenti per commentare i film, valutare le liste, formare le proprie, preparare cataloghi.

NPC Watch è un nuovo volto di NPC Magazine, rivista di approfondimento cinematografico e ora anche hub per gli appassionati più esigenti. NPC Watch è in pay-per-view, ogni titolo può essere noleggiato (durata di 48h) o acquistato. In entrambi i casi starete supportando il nostro lavoro, permettendoci di fare ciò che più amiamo: consigliarvi il meglio del grande e piccolo schermo.

Un po’ Mubi, un po’ Letterboxd: immaginare NPC Watch

Regola universale della sceneggiatura recita che “se vuoi vendere uno script non paragonarlo a nient’altro”. Ci perdonerà McKee ma serve uno strappo alla regola. Tanto di piattaforme streaming ne conoscete già a bizzeffe, inutile fingere.

Dunque, potete immaginare NPC Watch come il figlio bastardo di Mubi e Letterboxd. Tanto i bastardi sono i veri protagonisti di Game of Thrones, perciò ci va anche bene (sorvoliamo sul finale). Mubi per l’aspetto editoriale, la scelta e la guida (cinefila ma non snob) che abbiamo improntato ai cataloghi. Letterboxd per l’approccio social che avremmo piacere di curare assieme a voi, interagendo nei commenti, costruendo assieme liste e cataloghi. A proposito di Letterboxd, notoriamente il social cinefilo per eccellenza: ora ci siamo anche noi.

Siccome molto del lavoro di NPC Watch consisterà nella creazione di liste e cataloghi (dalle più basic alle soluzioni ricercate e al limite del meme) abbiamo deciso di aprire un profilo Letterboxd. Ovviamente si chiama NPC Magazine, e troverete tutte le liste NPC Watch, più la trasposizione di alcuni articoli come questo, dove i film citati sono moltissimi e una lista che li riporta tutti belli ordinati diventa utile.

Abbiamo dedicato maggio ai multiversi, e nel frattempo siamo caduti in un portale: le magie del cinema a portata di un clic. Per accedere anche voi al nuovo tassello dell’NPC-Verse che risponde a npcwatch.eyelet.com, potrete cliccare sul nuovo tasto presente nella barra del menù, dall’homepage del sito, oppure sul banner in prima pagina.

Come funziona NPC Watch

Breve tutorial a NPC Watch. Facciamo che hai letto una recensione. Un film bello bello, quelli che dici all’amico “oi ma questo l’hai visto?“. Clicchi sul link e ti trovi in homepage. Qui caroselli di film divisi per genere ti accolgono in un soggiorno di cui puoi fare quello che vuoi. Scorri e scopri, clicchi e prova. “Rent or buy” è la voce che appare quando fermi il mouse su un titolo.

Scelto il film dovrai solo iscriverti, pagare e goderti il film. Sull’iscrizione: è gratuita e ti permette di vivere NPC Watch come un social in cui commentare i film visti, creare la tua watchlist, i tuoi gruppi di titoli e aggiungere ai preferiti. Sul pagamento: il costo coincide con i noleggi sulle varie e note piattaforme in pay-per-view, ma in questo caso il tuo play aiuta a supportare il progetto NPC Magazine.

Nella sezione My Content trovate i vostri acquisti, i noleggi e tutti i film inseriti tra i favoriti. Questo spazio è vostro, la cameretta in cui attaccare i poster dei titoli del cuore.

Le nostre prime liste

Parliamo di liste. Nella sezione “Movie List” potete scorrere tra i film che abbiamo deciso di avvicinare tra loro per questioni tematiche, ricerche stilistiche e valori estetici. A differenza dei cataloghi che appaiono in homepage, che sono una raccolta di film vicini per genere, le liste seguono più traiettorie. Prendiamo Another Gaze: visioni al femminile. Si tratta di una lista che unisce cortometraggi, documentari, storie di formazione e di sentimenti in una selezione di opere dirette da donne che propongono visioni del mondo oblique e inaspettate.

C’è poi il nostro elogio al cinema francese: Ceci n’est pas un film. Perché c’è Hollywood e subito dopo Parigi, madrepatria del Cinema, di Méliès, dei fratelli Lumière e di Jean Vigo. Elogiando la cinematografia francese, passiamo in rassegna il meglio che può offrire: dall’intramontabile François Truffaut fino all’opera prima dei giovani Poggi e Vinel. Trovate l’amata Amélie di Jean-Pierre Jeunet, ma anche l’intramontabile Truffaut e poi Rohmer. A quest’ultimo abbiamo riservato anche una lista a sé: la tetralogia delle stagioni è infatti completa su NPC Watch.

Sono sei le liste con cui abbiamo deciso di parte.

  • Premiati ai Festival: Nella morsa tra la fine del Festival di Cannes e l’inizio della Mostra del Cinema di Venezia, ecco i film che hanno vinto, sbalordito e diviso le kermesse più importanti al mondo.
  • Primi passi di regia: Battesimi di fuoco ed esordi prodigiosi: ecco alcuni primi film che hanno lasciato senza parole critica e pubblico. Come spesso accade, è in questi film che si nasconde l’essenza più cara a un regista.
  • Al di là dei generi: il cinema di Alex van Warmerdam: Il cinema assurdo e bizzarro di Alex van Warmerdam, proiettato anche in competizione a Cannes nel 2013 con Borgman, che lo ha consacrato come uno dei registi olandesi più interessanti della contemporaneità. Ecco una selezione dei suoi film più importanti.
  • Another Gaze: visioni al femminile: Tra cortometraggi, documentari, storie di formazione e di sentimenti, ecco una selezione di opere dirette da donne che del mondo propongono un’altra visione.
  • Ceci n’est pas un film: elogio del cinema francese: C’è Hollywood e subito dopo Parigi: la Francia, madrepatria del Cinema, di Méliès, dei fratelli Lumière e di Jean Vigo. Elogiando la cinematografia francese, passiamo in rassegna il meglio che può offrire: dall’intramontabile François Truffaut fino all’opera prima dei giovani Poggi e Vinel.
  • Il meglio del meglio, secondo i Cahiers du cinéma: Direttamente dalle classifiche annuali della prestigiosa e più importante rivista cinematografica francese (e mondiale), ripercorriamo alcuni dei titoli che hanno più destato l’interesse della critica dei Cahiers du Cinema.

Quel che sarà

Nelle prossime settimane usciranno le guide alle nostre liste, a cura del team interno che con grande passione sta organizzando i cataloghi. Agata Iacopozzi, Chiara Cazzaniga, Andrea Marcianò e Christian Montedoro hanno scelto per voi alcuni film imperdibili.

Per numerosi film in catalogo ci avvaleremo invece di singole recensioni, per raccontare le ragioni delle nostre scelte e i perché di pellicole da non perdere.

Dunque sì, per NPC Magazine cambia qualcosa: invariata è però la volontà di offrire a voi sempre più strumenti a supporto di questa grande passione. Buona visione, per davvero.


Seguici su InstagramTikTokFacebook e Telegram per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Studente di Media e Giornalismo presso La Sapienza. Innamorato del Cinema, di Bologna (ma sto provando a dare il cuore anche a Roma)e di qualunque cosa ben narrata. Infiammato da passioni passeggere e idee irrealizzabili. Mai passatista, ma sempre malinconico al pensiero di Venezia75. Perché il primo Festival non si scorda mai.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[streamweasels layout="status" channels="npcmagazine" game="" team="" ]