Snowpiercer, la serie tv non è granché

Sbarca su Netflix Snowpiercer, nuova serie tv prodotta dall’ormai celebre regista coreano Bong Joon-ho. Questa nuova versione delle “mille e una carrozza” riuscirà a convincere il pubblico e soddisfare le altissime aspettative?

Una seconda esistenza su binari

Netflix si lancia nella produzione della serie tratta dall’omonimo film del 2013, debutto di Bong Joon-ho in lingua inglese. La trama è tratta dalla celebre graphic novel di Jacques Lob e Jean-Marc Rochette intitolata Le Transperceneige.

Snowpiercer serie tv

Per provare a contrastare il surriscaldamento globale, l’uomo ha tentato invano di raffreddare la Terra, provocando invece una nuova Era Glaciale che ha reso il pianeta invivibile. È questo lo scenario catastrofico che si apre davanti agli spettatori di Snowpiercer.

leggi anche:
Oggetti di scena, la nostalgica docu-serie firmata Disney

La salvezza dell’umanità sembra quindi rimessa nelle mani del signor Wilford: misterioso padrone e costruttore di un treno-arca, che conta mille più una carrozze. Il convoglio, che viaggia incessantemente intorno alla Terra ghiacciata, si occupa di conservare quanto più possibile della nostra realtà. Al suo interno la gestione dei passeggeri è affidata a Melanie Cavill (Jennifer Connelly).

«Snowpiercer», una roccaforte di disuguaglianza

Snowpiercer serie tv

A bordo del convoglio sono presenti circa tremila passeggeri, di cui la maggior parte sono ricchi e benestanti, circondati da ogni lusso e comfort immaginabile. Più si retrocede verso la fine del treno e peggiori sono le condizioni degli ospiti, fino ad arrivare al Fondo, dove, in una situazione di quasi completa povertà e sottomissione, hanno trovato posto coloro che non erano in possesso di un biglietto. È proprio dal Fondo che nasceranno le prime spinte rivoluzionarie, guidate da Andre Layton (Daveed Diggs).

leggi anche:
Skam Italia, il mondo senza adulti della generazione Z

La scala gerarchica che troviamo in qualunque tipo di società viene quindi riproposta all’interno del treno del signor Wilford, distesa in maniera orizzontale. Il tema della disuguaglianza sociale, molto caro soprattutto al regista coreano, riesce sicuramente ad incuriosire e ad attirare l’attenzione dello spettatore, facendo leva sul riscontro che ognuno di noi può avere osservando la società. Molta è quindi l’empatia che si prova fin dai primi minuti.

Cosa aspettarsi dalla serie tv di «Snowpiercer»

Snowpiercer serie tv

Sicuramente le aspettative per questa serie sono altissime, data la trama avvincente, il cast rispettabile e la presenza di uno dei nomi di punta della cinematografia degli ultimi anni come Bong Joon-ho. Fin dai primi minuti di visione, però, le speranze vengono ridimensionate. Non perché il prodotto non sia all’altezza, ma perché lo stile delle serie tv si discosta marcatamente da quello delle pellicole.

leggi anche:
Westworld 3, non tutto è più concesso?

Chi pensa di trovare in Snowpiercer l’eredità dell’acclamato Parasite probabilmente resterà deluso; potrà però godere di una serie perfettamente confezionata. Dal lancio dei primi due episodi, possiamo infatti notare un ottimo utilizzo delle scenografie e delle ambientazioni e una regia piacevole, anche se priva di particolari virtuosismi.

La serie tv di Snowpiercer si preannuncia con ogni probabilità come un buon prodotto: scorrevole, intrigante e perfettamente godibile, magari non un capolavoro, ma sicuramente degno di nota.


Seguici su InstagramFacebook e Telegram per scoprire tutti i nostri contenuti!

 

* * *

Sì, lo sappiamo. Te lo chiedono già tutti. Però è vero: anche se tu lo leggi gratis, fare un giornale online ha dei costi. NPC Magazine è una rivista edita da una piccola associazione culturale no profit, Il fascino degli intellettuali. Non abbiamo grandi editori alle spalle, anzi: siamo noi i nostri editori. Per questo te lo chiediamo: se ti piace quello che facciamo, puoi sostenerci con una donazione. Libera, a tua scelta. Anche solo 1 euro per noi è molto importante, per poter continuare a essere indipendenti, con la sola forza dei nostri lettori alle spalle.

Floriana Bria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.