fbpx
Stranger Things

Stranger Things: dove eravamo rimasti, il riassunto

A pochi giorni dalla distribuzione del Volume 1 di Stranger Things 4, ecco il riassunto degli eventi fino a questo momento

//
10 minuti di lettura

26 maggio, l’attesa sta per terminare. A tre (lunghissimi) anni di distanza dalla terza stagione, arriva finalmente su Netflix l’attesissimo Volume 1 di Stranger Things 4, composto da sette episodi. Sarà la prima parte di una stagione divisa in due, il cui secondo volume, composto invece da soli tre episodi, arriverà sulla piattaforma streaming il prossimo 1° luglio. Ma esattamente, dove eravamo rimasti? Ecco quindi un recap generale di quanto successo nella serie fino ad ora, per prepararci bene alla visione della nuova stagione.

Stranger Things – Stagione 1: il principio

Stranger Things

Stranger Things ha inizio il 6 novembre 1983 a Hawkins, cittadina americana apparentemente tranquilla. Will Byers (Noah Schnapp) , un ragazzino di 12 anni, scompare nel nulla. Prendono vita così le rocambolesche avventure del gruppo di amici formato da Mike (Finn Wolfhard), Dustin (Gaten Matarazzo) e Lucas (Caleb McLaughlin), che tentano l’impossibile per poter ritrovare il loro amico scomparso improvvisamente.

Nel frattempo, nella città il mistero si infittisce: dopo pochi giorni dalla tragedia, Barb, giovane studentessa modello del liceo di Hawkins e migliore amica di Nancy (Natalia Dyer) – sorella maggiore di Mike- svanisce analogamente. Viene quindi incaricato lo sceriffo locale, Jim Hopper (David Harbour), di far luce sulle misteriose sparizioni.

In contemporanea, ecco che in città arriva una bizzarra ragazzina: si tratta di Undici (Millie Bobby Brown), dotata di poteri sovrannaturali ed evasa dal laboratorio nella quale è cresciuta e dove da sempre era oggetto di studi ed esperimenti. Il suo cammino si incrocia con quello di Mike, Dustin e Lucas, fino a comporre uno strano ma efficace quartetto sempre più determinato a voler ricongiungersi con Will. A proposito, Will è vivo.

Il mistero di Will

Il ragazzo, infatti, riesce a comunicare con sua madre Joyce (Winona Ryder) da un luogo inquietante -dove lui è imprigionato– chiamato Sottosopra, proprio sotto il suolo di Hawkins. Intanto Nancy, determinata a scoprire dove sia finita Barb, insieme al suo fidanzato Steve (Joe Keery), chiede aiuto a Jonathan (Charlie Heaton), fratello di Will, per far luce sulla vicenda. Grazie a delle foto che quest’ultimo ha scattato la sera della scomparsa di Barb, i tre scoprono il Demogorgone, creatura che abita e regna sul Sottosopra, decisa a voler prendere il comando di Hawkins.

Mentre il trio combatte contro questa creatura, Joyce e Hopper riescono ad infiltrarsi nel laboratorio, scoprendo così la verità su Undici e sul Sottosopra. I due entrano in questo mondo riuscendo a salvare Will, ma non Barb, che purtroppo è già morta. In superfice, intanto, impazza una battaglia all’ultimo sangue tra Undici e la creatura, dove la prima ha la meglio sulla seconda, ma Mike e gli altri, costretti a fuggire per potersi riparare, sono convinti che Undici non sia sopravvissuta allo scontro. Will torna dai suoi amici, la città è salva e tutto sembra essere tornato alla normalità…ma non è così, Will infatti è ancora legato al Sottosopra. Il suo mistero preannuncia la seconda stagione di Stranger Things.

Stranger Things – Stagione 2: il Mindflayer e i Democani

Stranger Things

A un anno di distanza dai precedenti eventi, la Hawkins di Stranger Things cerca di riprendersi, mentre Will ha costanti e spaventose visioni del Sottosopra e del Demogorgone che non lo lasciano vivere al sicuro: solo successivamente lo confesserà anche al suo gruppo amici. Intanto, arriva nella città una nuova ragazzina, Max (Sadie Sink), trasferitasi dalla California insieme a suo fratello Billy (Dacre Montgomery). Nonostante la controvoglia iniziale, Max si farà successivamente amica dei quattro. Nel frattempo, il laboratorio di Hawkins è tornato attivo e cerca con tutte le forze di contenere la forza incessante del Sottosopra che ha aumentato la sua forza, minacciando di nuovo la città.

Nancy e Jonathan, determinati a far luce sulla tragica morte di Barb, vogliono mostrare all’opinione pubblica l’esistenza del laboratorio della città e del Sottosopra: un’impresa che li unisce, rafforzando i sentimenti dell’uno per l’altra. I ragazzi scoprono due nuove creature provenienti dal mondo di sotto- il Mindflayer e i Democani– molto più pericolosi e spaventosi del Demogorgone. Undici è viva ed è tenuta nascosta da Hopper, determinato a tenerla lontana dai misteriosi eventi, ma la ragazzina si stanca e una sera decide di scappare. Va così alla ricerca della sua vera identità e incontra Kali, sottoposta anch’essa ai terribili esperimenti, che l’aiuta a migliorare le sue abilità.

Hawkins invece è di nuovo sotto assedio e, mentre infuria un nuovo scontro con i Democani nella scuola della città, Steve aiuta Dustin, Lucas e Max a sconfiggere le creature, mentre Undici – fatto il suo ritorno – chiude il portale passaggio per il Sottosopra, liberando Will dalla sua possessione. Risolta la situazione, Undici viene adottata da Hopper con il nome di Jane Hopper e mentre tutti sono convinti di essere al sicuro, il Mindflayer veglia ancora sulla città.

Stranger Things – Stagione 3: quell’estate del 1985

Stranger Things

Un anno dopo gli sconvolgenti eventi del Mindflayer, ad Hawkins è arrivata l’estate. Mentre i suoi protagonisti sono cresciuti– Undici e Mike sono coppia fissa, così come come Lucas e Max- l’attrazione principale per tutti è il nuovo centro commerciale della città, lo Starcourt Mall, dove lavora Steve, che fa la conoscenza di Robin (Maya Hawke). Will si sente sempre più isolato dal gruppo, così come Dustin, che però è ora impegnato in una relazione a distanza con Suzie, conosciuta al campo estivo.

È proprio Dustin che intercetta una trasmissione russa via radio e così, insieme a Steve, Robin ed Erica – irriverente sorellina minore di Lucas– decidono di indagare, scoprendo che, proprio sotto allo Starcourt, ha sede un laboratorio russo che attua sperimentazioni sul Sottosopra. La stessa scoperta la fanno anche Joyce e Hopper in seguito ad un’anomalia magnetica, e decidono di tentare di risolvere la situazione. Ma il Mindflayer si sta espandendo e per farlo si impossessa dei corpi di alcune persone, tra cui Billy, il cui comportamento è sempre più bizzarro.

Hopper è ancora vivo?

Il 4 luglio ha inizio la battaglia finale di Stranger Things. Dopo uno scontro con il Mindflayer, Undici viene ferita e perde parte dei propri poteri ma, insieme a Mike, si dirige al centro commerciale per aiutare i suoi amici. Dopo aver salvato Steve, Dustin, Robin ed Erica, arrivano sul luogo anche Lucas, Max e Billy. Quest’ultimo, ancora sotto al controllo del Mindflayer, blocca i ragazzi, ma Undici lo salva, nonostante poi Billy venga ucciso tragicamente dalla creatura. Nel frattempo, Hopper e Joyce arrivano al laboratorio russo e sono costretti a far esplodere il congegno che tiene aperto il legame con il Sottosopra; Hopper decide di sacrificarsi.

Tre mesi dopo, distrutta dalla presunta morte di Hopper, Undici viene adottata da Joyce e, insieme a Will e Jonathan, si trasferisce in California. I russi, però, non hanno finito. Hanno infatti catturato un Democane e lo sfamano con i prigionieri di un piccolo carcere. Nella post-credit alcuni di questi soldati nominano un certo ‘’americano’’, catturato e tenuto nella loro prigione: è forse Hopper?

Dopo questo ripasso non resta ora che attendere impazientemente il 27 maggio, per essere di nuovo catapultati nel Sottosopra di Stranger Things.


Seguici su InstagramTikTokFacebook e Telegram per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Mi chiamo Rebecca, 21 anni e da quando ne ho 13 il mio mondo gira intorno al cinema. Guardo troppi film, parlo tanto di cinema, ho tanti film preferiti ma per me non è mai abbastanza. Mi piace scrivere sin da piccola e voglio continuare a farlo ancora per molto (troppo) tempo. Studio beni culturali e sogno una carriera da critica cinematografica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.