fbpx

Cosa sappiamo di «Tenet», oltre alla nuova data di uscita

4 minuti di lettura

Christopher Nolan fa (di nuovo) i conti con la pandemia. È stata rimandata un’altra volta l’uscita americana di Tenet, adesso prevista per metà agosto. Il film, ultimamente posticipato al 3 agosto, dovrebbe uscire il 12 agosto 2020. Di conseguenza, slitta il ritorno al cinema di Inception, che ricompare sul grande schermo a distanza di 10 anni per festeggiare il suo primo anniversario. Per lui, la nuova data annunciata è il 31 luglio 2020.

Leggi anche: Rinviati anche i Golden Globe 2021: la nuova data

tenet agosto uscita rimandata

Tenet ha alle spalle un budget di 205 milioni di dollari, uno dei set all’aperto più grandi della storia (così dice il regista) e una trama immersa nel mistero. Il colossal con Robert Pattinson, John David Washington, Kenneth Branagh e Elizabeth Debicki continua a far parlare di sé ed è ormai attesissimo. Il motivo per cui l’uscita di Tenet è stata rimandata a metà agosto è da ricercare nel ritardo della riapertura dei cinema di Los Angeles, New York e San Francisco, a causa di un aumento di casi di Covid-19. Warner Bros, che produce la pellicola, non vuole rischiare. Anche Disney intanto posticipa l’uscita di Mulan, fissata per il 24 luglio, al 21 agosto 2020. In tutti questi casi ci riferiamo alle date annunciate per gli Stati Uniti, per l’Italia ancora non ci sono notizie ufficiali.

Leggi anche: «Tenet»: il nuovo trailer del film di Christopher Nolan

Uscita ad agosto, ma non sappiamo niente della trama di «Tenet»

tenet agosto uscita rimandata

La trama di Tenet è ancora in gran parte un segreto. Sembra che ruoti attorno ai viaggi nel tempo, allo spionaggio internazionale e al tentativo di impedire un terza guerra mondiale. In questi giorni Robert Pattinson, che fa parte del cast, ha tentato di dare qualche informazione sulla trama, finendo col confonderci ancora di più!

«Ciò che pensi è che in realtà appartiene a un preciso genere. Allo stesso tempo, si mescola a qualcos’altro e pensi: ok, questo è il punto della questione. A questo punto, si trasforma in un genere totalmente diverso, diventando qualcosa di inaspettato. La prima sensazione che ho avuto è stata di partecipare al più grande trucco dei piatti rotanti mai visto. Vedi girare un piatto in equilibrio, poi ne vedi un altro e poi un altro ancora. Fino a quando diventa tutto davvero impressionante».

«Diventa un trucco magico, un’impresa di ingegneria che costituisce la sceneggiatura di Tenet. A primo impatto, mi ha colpito l’ingenuità all’interno della scrittura. Poi, sono riuscito a realizzare il tutto. Mi sono chiesto come sarebbero riusciti a realizzarne un film. Tutto faceva pensare che certe scene sarebbero state talmente complicate da essere impossibili da comprendere. Per me era una cosa impossibile riuscire a pensare che sarebbero state girate. Per fortuna, non è toccato a me fare da regista»

Quello che sappiamo è che Christopher Nolan considera Tenet, tra tutti i suoi film, quello più pensato per il grande schermo. È certo che per alcuni esercenti Tenet rappresenti la speranza di ricominciare. Speriamo che prima o poi i suoi viaggi nel tempo lo portino nelle sale, americane e non solo.


Seguici su Instagram, Facebook e Telegram per scoprire tutti i nostri contenuti!

Agata Iacopozzi

Classe 1998, capitata qui un po' per caso. Sono toscana ma studio al DAMS di Bologna. Ovviamente appassionata di cinema e futura disoccupata. Sono la prova che si può amare Godard indossando t-shirt di Star Wars.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.