The Dreamers, sesso, cinema e rivoluzione

Per entrare in The Dreamers di Bernardo Bertolucci basta una frase, pronunciata in apertura dalla voce narrante che saltella felice nel sole parigino. “Avevo vent’anni” dice Matthew (Michael Pitt), l’americano ingenuo arrivato in Francia per studiare la lingua in piena stagione ’68. Avere vent’anni e vivere quel tempo significa lottare per un mondo migliore, essere sognatori senza cadere in quella degenerazione nota alle cronache e che ha reso il periodo successivo alle contestazioni un buco nero lungo decenni. Un film che ricordiamo oggi per celebrare quelli che sarebbero dovuti essere i 79 anni del suo autore, ma anche perché The Dreamers ci parla ancora; non solo di sesso … Leggi tutto The Dreamers, sesso, cinema e rivoluzione