fbpx
red-shoes-intervista-npcmagazine

Carlos Eichelmann Kaiser e Natalia Solián, intervista al regista e all’attrice di Red Shoes

1 minuto di lettura

Alla 79ma edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia abbiamo incontrato Carlos Eichelmann Kaiser, regista di Red Shoes, e Natalia Solián, attrice protagonista. Il film è stato selezionato dal Festival per la sezione Orizzonti Extra, dove ha conquistato pubblico e critica.

Tutto ha inizio dall’opera dell’artista messicana Elina Chauvet, che nel 2009 ha dato vita alla sua installazione artistica Zapatos Rojos. Una sfilza di scarpe rosse, come il sangue versato delle donne, posizionate su piazze, cortili e centri urbani.

Ciò che più preme a Carlos Eichelmann Kaiser è mettere in luce la struggente continuità di violenza che lega il mondo contemporaneo, ipoteticamente più evoluto, a quello tradizionale e arcaico. Ma se quel mondo evoluto non lo fosse abbastanza?

L’idea di Red Shoes è quella di mettere a confronto due mondi diversi che continuano a condividere la stessa violenza e la stessa idea di dominazione del femminile: donne come oggetti di proprietà esclusiva assoggettati al padrone di turno. A tingere di rosso sangue la coscienza di quest’uomo, la visione, la certezza visiva della sessualità della figlia, colta in flagrante durante un atto sessuale.


Seguici su InstagramTikTokFacebook e Telegram per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[streamweasels layout="status" channels="npcmagazine" game="" team="" ]