fbpx
godzilla-vs-kong

Godzilla vs Kong, chi vince lo scontro?

8 minuti di lettura

Il 31 Marzo è uscito nelle sale aperte l’atteso scontro tra titani firmato Warner Bros. e Legendary. Purtroppo Godzilla vs Kong non è ancora stato distribuito nelle sale italiane a causa degli attuali decreti, ma sarà molto probabilmente uno dei primi film proiettati quando riapriranno i cinema in Italia.

Godzilla vs Kong doveva inizialmente uscire nel 2020, ma a causa della pandemia è stato rimandato più volte, fino a raggiungere la data definitiva in Marzo 2021.

Il film di Adam Wingard, regista cult di horror come You’re Next e The Guest, fa parte dell’universo cinematografico Monsterverse, iniziato nel 2014 con Godzilla, e sembrerebbe per il momento il capitolo finale della saga, che comprende anche i coloratissimi Kong: Skull Island del 2017 e Godzilla: King of the Monsters del 2019.

Un franchise creato per il gran finale, come siamo arrivati a Godzilla vs Kong

godzilla-vs-kong

Il primo film del Monsterverse all’inizio era nato solamente come reboot stand-alone del celebre kaiju. Ma visto il successo al botteghino, la Legendary decise di unirsi alla moda degli universi cinematografici e di creare il proprio, incentrato su mostri giganti. Il loro piano era quello di portare sul grande schermo un Godzilla vs King Kong, i due mostri più famosi e iconici rispettivamente della cultura orientale e occidentale moderna.

Quest’operazione era già stata effettuata nel 1962 dalla Toho, proprietaria dei film di Godzilla, e dalla Universal, che avevano unito le forze per produrre King Kong vs Godzilla (in Italia uscito con il titolo “Il trionfo di King Kong“).

Nel nuovo Godzilla vs Kong c’è anche un simpatico omaggio a un momento del film storico, diventato una sorta di meme, quello in cui Kong spinge un albero nella bocca di Godzilla. La Legendary quindi proseguì con un film su King Kong, che serviva a reintrodurre il personaggio in una nuova versione, e con un sequel del primo Godzilla, che espande il mythos del personaggio introducendo altri kaiju comprimari degli storici film della Toho, tra cui Mothra, Rodan e il cattivissimo King Gidorah.

Entrambi i film gettano le basi per Godzilla vs Kong, accennando reciprocamente ai due titanici protagonisti, e avendo come filo conduttore l’organizzazione Monarch, fondata da una coalizzazione mondiale per studiare e monitorare i kaiju, in questo universo chiamati Titani.

Grandi protagonisti

godzilla-vs-kong

Godzilla vs Kong cerca di correggere i difetti dei film precedenti, criticati dai fan perché i mostri non avevano abbastanza screen time, dedicato invece alle trame degli esseri umani. Effettivamente il target di questi film non è certo mirato a un pubblico che vuole vedere persone reali con i loro drammi, quanto più mostri giganti che se le danno di santa ragione e lasciano una scia di devastazione alle loro spalle.

Infatti se nei film precedenti la presenza dei kaiju era funzionale a quella dei personaggi umani, in Godzilla vs Kong avviene il contrario: la storia non è più vista attraverso i nostri occhi, ma quelli dei Titani, e soprattutto di Kong, quasi protagonista del film. Sono le motivazioni delle due creature che portano avanti la trama, non quelle degli esseri umani. Questi diventano anzi elementi di trama, fungono da comprimari che seguono Godzilla e Kong e li aiutano a compiere i loro archi narrativi.

Questi cambiamenti risultano in una trama più facile da seguire, senza complicazioni dettate da motivazioni umane, e molto divertente da guardare. La storia è lineare, senza intoppi, prosegue a ritmo incalzante e non-stop per arrivare allo scontro finale tra i due Titani.

In Godzilla vs Kong Mechagodzilla ruba la scena?

godzilla-vs-kong

Anche se il primo combattimento tra i due avviene entro i primi 40 minuti, per darci un assaggio della portata dell’evento. La storia segue poi Kong, su cui il film è più concentrato, e il suo percorso verso una nuova casa. Godzilla è quasi relegato ad un ruolo di antagonista, poiché si comporta in modo piuttosto anti caratteristico attaccando città senza (apparente) motivo. In realtà la sua ira è giustificata dalla costruzione di Mechagodzilla, creato da quei cattivoni degli umani con l’intenzione di sostituirlo al lucertolone. Tra l’altro la presenza del robottone era già stata anticipata nei trailer di Godzilla vs Kong, rovinando la sorpresa. Appare anche molto meno rispetto a Kong, cosa che non ha reso felici i fan del kaiju nipponico.

Godzilla vs Kong è costellato di colori intensi e forti contrasti, che rendono gli scenari fantastici e urbani stupendi da vedere. L’unica lamentela che si può muovere è che, rispetto al primo film del Monsterverse, qui le presenze fisiche dei due Titani sono meno pesanti: gli edifici che distruggono e usano come scudi sembrano non avere sostanza, si sgretolano come biscotti e non hanno quella consistenza realistica che caratterizzava il Godzilla del 2014 e film simili come il primo Pacific Rim di Guillermo Del Toro.

Ma questo cambiamento è già presente in Godzilla: King of the Monsters, e a dirla tutta, per dei combattimenti disastrosi visti dal punto di vista di questi mostri colossali, una scelta più realistica non sarebbe funzionale allo scopo del film.

Lunga vita al Re

godzilla-vs-kong

È molto soddisfacente inoltre il fatto che alla fine di Godzilla vs Kong ci sia davvero un vincitore affermato, nonostante il team-up finale. Questo era l’intento di Wingard sin dall’inizio del suo coinvolgimento nel film. In un’intervista del 2017, quando il film era in fase di pre-produzione, il regista affermò:

“Voglio davvero che ci sia un vincitore. Il film originale era molto divertente, ma ti delude un po’ il fatto che il film non prenda una posizione definitiva. Le persone ancora oggi discutono su chi abbia vinto nel film originale. Quindi voglio che le persone escano da questo film pensando, okay, c’è un vincitore

Entertainment Weekly

Tutto sommato Godzilla vs Kong rimane un prodotto godibile per i fan del genere, anche se viste le premesse lascia forse a desiderare combattimenti più lunghi e coinvolgenti.

Ciononostante, se Godzilla vs Kong dovesse essere davvero il capitolo finale del Monsterverse, sarebbe una conclusione soddisfacente per un franchise rivelatosi molto hit-or-miss.

Il futuro dell’universo cinematografico infatti non è ancora certo, ma alcuni sceneggiatori hanno affermato di avere alcune idee per dei possibili cross-over con un’altra proprietà Legendary, Pacific Rim. Questo dipenderà dal successo di Godzilla vs Kong e dall’interesse dimostrato dal pubblico nel franchise.


Seguici su Instagram, Facebook, Telegram e Twitter per sapere sempre cosa guardare!

Guglielmo Scialpi

Nato a Roma, studia attualmente al DAMS di Padova.
Vive in un mondo fatto di film, libri e fumetti, e da sempre assimila tutto quello che riesce da questi meravigliosi media.
Apprezza l'MCU e anche Martin Scorsese.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.