fbpx

Venezia77: Anna Foglietta madrina del Festival

3 minuti di lettura

La Biennale di Venezia, che organizza la Mostra del Cinema di Venezia, annuncia sui social la conduttrice delle serate di apertura e di chiusura del festival. Sarà l’attrice romana Anna Foglietta a fare da madrina a Venezia 77, diretta da Alberto Barbera e prevista dal 2 al 12 settembre 2020, salvo imprevisti dovuti all’emergenza sanitaria ancora in corso.

Venezia Anna Foglietta

Il 2 settembre Anna Foglietta salirà sul Palco della Sala Grande (nel Palazzo del Cinema al Lido) per la cerimonia d’inaugurazione. Il 12 settembre guiderà l’ultima serata del festival, durante la quale saranno annunciati i vincitori dei Leoni d’oro e degli altri premi della Mostra. Prima di lei, le colleghe Alessandra Mastronardi e Eva Riccobono avevano ricoperto questo incarico. Sarà da vedere se l’attenzione al mondo delle donne nel cinema sarà presente anche nella selezione dei film, viste le passate polemiche sulla scarsa quantità di registe alla Mostra. Secondo quanto dichiarato a Variety dal Direttore Artistico Alberto Barbera, quest’anno vedremo molti film diretti da donne, che a detta sua si sono rivelate più brillanti dei colleghi uomini.

Leggi anche: Sì al festival di Venezia 2020, ma con qualche novità

Chi è Anna Foglietta

Venezia Anna Foglietta

Attrice ormai affermata, Anna Foglietta sta vivendo un periodo particolarmente felice della sua carriera. Classe 1979, inizia con la recitazione già al liceo. Fa pubblicità, passa al teatro, dal teatro alla televisione (La squadra, Distretto di Polizia). Nel 2006 debutta al cinema con Sfiorarsi di Angelo Orlando. Due anni dopo arriva una parte in Solo un padre di Luca Lucini. Nel 2011 il ruolo della escort Eva in Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno le vale numerose nomination, dai David di Donatello ai Nastri d’Argento. La carriera di Anna Foglietta negli ultimi dieci anni è stata proficua, ha continuato a ricevere premi e nomination.

Venezia Anna Foglietta
Anna Foglietta e Paola Cortellesi

È tornata a fare televisione (L’oro di Scampia, Ragion di Stato, La mafia uccide solo d’estate, Storia di Nilde). In più è stata conduttrice: prima con Paolo Ruffini ai David di Donatello 2014, poi con Rocco Papaleo al DopoFestival, in occasione di Sanremo 2019. Nel 2015 ha collaborato con Edoardo Leo (Noi e la Giulia) e ricevuto il Nastro d’Argento Speciale per Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese. La collaborazione con Alessandro Gassman l’ha portata al cinema (Il premio) e a teatro (La pazza della porta accanto). Anna Foglietta ha vinto un Nastro d’Argento nel 2018 per Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio, presentato alla Biennale di Venezia. I suoi ultimi film sono DNA-Decisamente Non Adatti di Lillo e Greg (che ha debuttato in streaming), Si vive una volta sola di Carlo Verdone e Il talento del Calabrone di Giacomo Cimini, entrambi prossimi all’uscita al cinema.


Seguici su Instagram, Facebook e Telegram per scoprire tutti i nostri contenuti!

Agata Iacopozzi

Classe 1998, capitata qui un po' per caso. Sono toscana ma studio al DAMS di Bologna. Ovviamente appassionata di cinema e futura disoccupata. Sono la prova che si può amare Godard indossando t-shirt di Star Wars.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.