fbpx
kevin-bacon-npcmagazine

Kevin Bacon, 5 film da non perdere

/
8 minuti di lettura

La carriera di Kevin Bacon, 64 anni lo scorso 8 luglio, è ormai lunga e significativa: 58 film (qualcuno da regista) e 4 Serie TV lo rendono uno degli attori di Hollywood più longevi. Impreziosiscono la sua figura due nomination ai Golden Globe per I love Dick serie TV del 2018 e River Wild, Il fiume della paura (1995), un premio come miglior attore ai SAG Awards per Taking chance, il ritorno di un eroe (2009) e una nomination sempre ai SAG per L’isola dell’ingiustizia – Alcatraz (1996).

A dire il vero, però, non tutta la sua produzione può definirsi di qualità e non è semplice trovare un capolavoro del cinema, riconosciuto unanimamente, che lo veda come protagonista. Nonostante ciò, sono tanti i film di grande successo e conosciutissimi che vale la pena vedere o rivedere.

Ecco perché oggi, in occasione del suo compleanno, proponiamo i 5 film di Kevin Bacon da non perdere.

Footloose (1984)

Footloose Kevin Bacon NPC Magazine

È uno dei suoi primi film e, forse, ancora oggi, il più rappresentativo. Footloose ha il grande pregio di rimanere nell’immaginario collettivo, costituendo una pietra miliare del genere teen movie. Un mix di musica e danza con ben due brani della colonna sonora che ricevono, non a caso, due candidature all’Oscar: Footloose e Let’s Hear it for the boy.

Nel decennio che va dal 1977 al 1987 vengono prodotti 4 superfilm legati dal filo rosso di musica e danza: La Febbre del Sabato Sera (1977), Grease (1978), Footloose (1984) e Dirty Dancing (1978); In Footloose, Bacon dimostra sicuramente ottime doti di ballerino senza però mai superare le precedenti performance di John Travolta ne La febbre del sabato sera o in Grease e, a dire il vero, superato successivamente da Patric Swayze in Dirty dancing. Diciamo che tra i quattro film è il meno seducente.

Tom Cruise l’anno prima, 1983, si era fatto notare per le sue doti di ballerino in Risky business e aveva partecipato al casting per la parte che poi fu affidata a Bacon.

Per i pochi che non l’hanno visto o per chi vuole rivederlo, Footloose è disponibile su Prime Video.

Evitare il remake, come (quasi) tutti i remake.

Tremors (1989)

Tremors Kevin Bacon NPC Magazine

Altro film icona degli anni ’80, altro film di genere, un monster horror misto a commedia. Non un grande successo al cinema ma successivamente apprezzatissimo in home video. Tremors nonostante l’età e gli effetti speciali che oggi considereremmo artigianali, conserva integro il suo fascino. D’altronde i Graboid (i “vermoni” sotterranei protagonisti del film) furono ideati da Tom Woodruff e Alec Gillis che avevano lavorato nella produzione di The Abyss, Predator e Terminator. Kevin Bacon in ottima forma come anche Fred Ward (tra gli altri, Il mio nome è remo Williams, 1985), purtroppo morto lo scorso 8 maggio.

Si sottoscrive integralmente la recensione di tvguide:

It may not top anyone’s 10-best list, but Tremors is nevertheless solid entertainment. (Potrebbe non essere in cima a nessuna lista dei 10 migliori, ma Tremors è comunque un intrattenimento valido).

Una caterva di sequel, nessuno dei quali a livello del primo. Tutti accuratamente da evitare.

Per chi volesse vederlo, Tremors è disponibile su Apple Tv e Amazon Prime (noleggio).

Linea mortale (1990)

Linea Mortale Kevin Bacon NPC Magazine

Un grande cast e un grande successo internazionale per questo film di Joel Shumacher in cui Kevin Bacon è affiancato da Julia Roberts (al primo film dopo Pretty woman), Keifer Sutherland, William Baldwin e Oliver Platt.

Linea mortale è un Fanta-Horror nel quale alcuni studenti di medicina con l’ossessione di capire cosa c’è oltre la morte si sottopongono volontariamente a esperimenti che interrompono le funzioni vitali, salvo poi cercare di ripristinarle ripristinarle. Ognuno di loro, durante gli esperimenti, avrà delle esperienze particolari e non tutto andrà liscio.

Film intrigante che si lascia vedere piacevolmente. Buona la prova degli attori ma nessuna nomination o premio rilevante. Prime Video, Google e Itunes offrono la visione a pagamento.

Sleepers (1996)

Kevin Bacon Sleepers NPC Magazine

Si fa presto a dire villain! Scorrendo, anche fugacemente, alcune ricerche su Google è possibile incorrere in molteplici classifiche dei villain più villain della storia. Nessuna di queste, però, ha un criterio ben preciso mescolando confusamente Darth Vader con Hannibal Lecter, Hall 2000 (Hall 2000 in 2001: Odiessea nella Spazio) con Jack Torrance (Shining) lo squalo (de Lo squalo) con Annie Wilkies (Katy Bates in Misery non deve morire). Per carità, tutti cattivissimi, ma come si stabilisce chi sia il più cattivo? Bisogna fare chiarezza perché, a pensarci bene, ci sono diverse sfumature di villain, forse anche più di cinquanta.

Ad esempio, pur riconoscendo che Crudelia Demon sia un villain perfetto, bisogna ammettere che non fa perdere il sonno, non si sviluppa un’avversione feroce, viscerale nei suoi confronti. Insomma, c’è villain e villain. C’è quello reale (il tuo vicino di casa), quello potenzialmente reale (lo psicopatico/borderline), quello di fantasia, quello storico e così via.

Il villain perfetto, a parere di chi scrive, deve scuotere dentro lo spettatore e gli deve far affiorare unicamente la dimensione animalesca, emotiva, violenta, vendicativa e soprattutto deve spingere lo spettatore a identificarsi con una sua vittima.

C’è un nome che racchiude tutte queste caratteristiche: Sean Nokes, guardia/aguzzino/violentatore di ragazzini interpretato da Kevin Bacon in Sleepers. Siamo al limite della perfezione, molto difficile (se non impossibile) trovare altro personaggio nella storia del cinema che provochi una tale odio viscerale. Sean Nokes non è solo il villain più riuscito di Kevin Bacon (e ne ha interpretati un bel po’) ma uno dei più riusciti della storia del cinema.

Sleepers è senza dubbio uno dei migliori film di Kevin Bacon. Per chi volesse rivederlo (e riprendersi altro pugno nello stomaco), è disponibile su Netflix.

Mystic River (2003)

Kevin Bacon Mystic Reaver NPC Magazine

Come in Sleepers, anche in Mistic River, Bacon non è il protagonista principale pur avendo un ruolo molto importante nel film. Capolavoro assoluto di Clint Eastwood, ottima interpretazione di Bacon che però non arriva all’oscar a differenza di Sean Penn e Tim Robbins. Film che non ha bisogno di presentazioni: un thriller psicologico molto intenso con un cast da sogno. Perfetta alchimia tra regia, cast, vicenda, fotografia e colonna sonora.

Film da vedere, rivedere e studiare. Disponibile (a pagamento) su Prime Video.


Seguici su InstagramTikTokFacebook e Telegram per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Maestro di scuola elementare, avvocato, cuoco sconclusionato, scacchista senza talento. Anamnesi: affetto da curiosite cronica, malato di cinema, insana passione per Eric Cartman e Mr. Hankey. Autori preferiti (impossibile citarli tutti) "Beat" Kitano, Lars Von Trier, Aki Kaurismaki, Kim Ki-duk, Buñuel, fratelli Coen, Tarantino, Hitchcock, Argento, Mario Bava, Fernando di Leo. Eroe preferito: Superman? Batman? Macchè! Arturo Bandini

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[streamweasels layout="status" channels="npcmagazine" game="" team="" ]