fbpx
Red Notice Netflix

Red Notice è la commedia d’azione che ci aspettavamo

Un viaggio classico prestato all'action Comedy dimenticabile ma divertente

/
7 minuti di lettura

A tutto pepe approda su Netflix dal 12 novembre Red Notice, film d’azione imbevuto di commedia che vive sotto la benedizione di un cast stellare. Sono infatti Dwayne Johnson, Ryan Reynolds e Gal Gadot i tre affascinanti protagonisti di una storia incastonata nell’intrigante mondo dei furti d’arte. Alla regia Rawson Marshall Thurber, la cui firma, forse all’apparenza sconosciuta, torna subito alla memoria in riferimento al suo debutto sul grande schermo nel 2004 con Palle Al Balzo: Dodgeball. E se agli inizi del millennio Thruber aveva scelto Ben Stiller nelle pittoresche vesti di White Goodman, nella sua ultima pellicola punta sul sempiterno The Rock.

Marmoreo, ma dallo sguardo bonaccione, Johnson ha accompagnato Thurber negli ultimi suoi due film e torna in Red Notice in un inaspettato triangolo professionale al fianco di due supereroi da grande schermo. Reynolds, autoironico alla Deadpool così come nella vita reale, affianca complice il gigante buono contro i trucchi di un’ammaliante ladra, la Gadot di Wonder Woman che ha conquistato il grande pubblico nel 2017. Così, Red Notice punta su una ricetta semplice, godibile e vincente, seppur non extraordinaria rispetto alle aspettative da un blockbuster di questo tipo.

Il triangolo non l’avevo considerato

Cosa succede quando un profiler dell’FBI e il secondo migliore ladro al mondo si alleano contro colei che si definisce la migliore esperta di furti d’arte? È subito allarme rosso, o meglio Red Notice, gergo tecnico per indicare i più pericolosi criminali ricercati dall’Interpol.

In particolare due ladri: Nathan Booth (Ryan Reynolds) e l’Alfiere (Gal Gadot), famelicamente proiettati sulle misteriose tre uova di Cleopatra. Un falso storico inventato dalla fantasia di Thurber, che ipotizza l’esistenza di tre preziose uova ingioiellate, regalate da Marco Antonio a Cleopatra. Di queste una è conservata a Castel Sant’Angelo di Roma, una è proprietà di un pericoloso trafficante d’armi e la terza non è mai stata trovata.

Con una svolta inaspettata, il profiler John Hartley (Dwayne Johnson), specializzato in furti d’arte, viene accusato di essere il complice di Booth e la strana coppia si trova a dover collaborare per incastrare la vera burattinaia dei giochi, l’Alfiere. Il loro rapporto è un legame di convenienza con due obiettivi apparentemente diversi. Hartley vuole risanare la sua professionalità disfatta in polizia, Booth vive di adrenalina e agogna la ricchezza solo come mera sposa del brivido di rubare. I due condividono poi un passato scalfito da un padre assente e costruiscono una solida amicizia. Ma quando la coppia si apre al triangolo, le variabili si intessono in un sistema più fragile, a cui lasciamo a voi la scoperta.

Red Notice punta su stilemi vincenti

Red Notice propone allo spettatore un preciso set di aspettative. A partire da un cast complice, dinamico e rodato sullo schermo, in una scalpitante cornice action che strizza l’occhio all’eredità di Indiana Jones e regala esplicita la sua personalissima dedica a Jurassic Park. Tra dinamitardi inseguimenti e pirotecnici colpi di fortuna, Red Notice punta sulla spettacolarità scenica, sviluppata su una selezione variegata di location.

Ecco dunque che la caccia al ladro rispecchia stilemi narrativi già incontrati, ma sempre apprezzati laddove vincenti nella loro reiterazione. Il Jolly è quindi rappresentato da quell’impronta comica, elegantemente vestita sul personaggio tipico di Reynolds, che riesce sempre a strappare un sorriso.

Da questo punto di vista, quindi, Red Notice cavalca la piacevolezza di un genere che non chiede di più rispetto a quello che naturalmente sa offrire. Gran parte del gioco lo governano quindi i protagonisti, incanalati in personaggi ad hoc e consapevoli del loro ruolo all’interno della storia. Chi altro poteva rivestire il ruolo di John Hartley se non Dwayne Johnson, così facilmente prestato a un fascino che non rinuncia alla comicità? Chi altro poteva incanalare la femme fatale maliziosa, ma naturalmente raffinata come Gal Gadot? Si aggiunge poi quella disincantata ironia che Ryan Reynolds ha dimostrato di saper sempre rendere valore insostituibile del suo timbro attoriale.

Una scelta godibile per un genere ormai rodato

Dal momento in cui le dita dello spettatore portano la tastiera di un PC o di un dispositivo mobile oppure il telecomando a selezionare Red Notice tra le offerte Netflix, la scelta ricade sul sicuro. Su un prodotto impacchettato, seppur nelle sue imperfezioni, a servire un viaggio narrativo prestato all’action comedy. Su uno scenario filmico che conosce le sue debolezze, ed è capace di non prendersi sul serio, ma non raggiunge il farsesco, mantenendo invece la serietà propria dei principi del genere filmico che incorpora.

Red Notice è un film che rischia di perdersi nel labirinto di offerte a lui simili, ma che con forza si tiene a galla con la certezza di un’approvazione collettiva. Sa a quali riferimenti estetici e narrativi agganciarsi e si protende verso il suo obiettivo. Non a caso lascia intendere un possibile sviluppo, stanziandosi sulle sue solide possibilità e rilanciando un altrove che i tre protagonisti sanno di poter gestire con estrema naturalezza e confidenza. Al prossimo viaggio, quindi, indimenticabile nella sua consuetudine dimenticabile.


Seguici su Instagram, Facebook, Telegram e Twitter per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Francesca Brioschi

Classe 1996, laureata in Comunicazione e con un Master in Arti del Racconto.
Tra la passione per le serie tv e l'idolatria per Tarantino, mi lascio ispirare dalle storie.
Sogno di poterle scrivere o editare, ma nel frattempo rimango con i piedi a terra, sui miei immancabili tacchi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.