fbpx
film-animazione-2022

I 10 migliori film d’animazione del 2022

/
15 minuti di lettura

Il burattino di Collodi si muove per magia. Una scheggia di legno dopo l’altra, il piccolo Pinocchio prende vita. L’atto di Collodi, incarnato nei desideri dell’anziano Geppetto, assomiglia alla stregoneria degli animatori. Ricorda molto la Stop-Motion, l’incredibile tecnica che non a caso Guillermo Del Toro ha scelto per la propria versione della fiaba più amata del momento. L’animazione ha tante anime e volti, e sempre di più ci avvicina con dolcezza per rivelare grandi verità. Non c’è dubbio che sia una delle tecniche protagoniste del cinema contemporaneo, e l’imminente uscita di Spider-Man: Across the Spiderverse potrebbe cambiarne ancora i destini. D’altronde il primo capitolo della trilogia animata dedicata all’amichevole uomo ragno di quartiere è pietra miliare su cui, anche quest’anno, abbiamo visto ergersi numerosi titoli. È di certo il caso di Entergalactic, passaggio alla regia dell’artista rap Kid Cudi.

Luogo di sperimentazione, spazio di ricerca, l’animazione è bussola, mappa del tesoro e assieme meta importante di ogni cinefilo. Ai giochi tecnici di Linklater, piegati e rivisti per un racconto nostalgico in Apollo 10 e mezzo, il 2022 ha visto affiancarsi anche la nuova direzione Dreamworks. Con Troppo Cattivi e Il Gatto con gli Stivali 2, la casa d’animazione ha scelto un nuovo percorso: distintivo, riconoscibile, efficace. Ma comunque figlio del nostro caro Spider-Man. Le tante vie dell’animazione ci conducono per mano di genere in genere, dal documentario alla classica ma intramontabile storia per famiglie firmata Disney. Ce n’è per tutti. Ecco i 10 migliori film d’animazione del 2022, secondo noi. Film da vedere, capire, studiare: per il valore della loro tecnica, per la meraviglia delle loro storie.

Pinocchio, di Guillermo del Toro

Pinocchio Del Toro NPC Magazine

Regia: Guillermo del Toro e Mark Gustafson
Durata: 121′
Soggetto: Carlo Collodi
Disponibile su: Netflix

Cosa ne abbiamo scritto:

Dal 9 dicembre su Netflix, il viaggio del regista messicano vive nella perfezione minuziosa della sua messa in scena, forte della collaborazione con l’esordiente Mark Gustafson nella realizzazione di una pellicola girata in stop-motion. […] Pinocchio è un musical drammatico, un intreccio sul perturbante che si aggrappa agli occhi ancor prima di procedere nella visione. Basta un’immagine per innamorarsi di un ciocco di legno, della sua storia un attimo prima che si realizzi, dell’imprevisto del suo genio, mal riposto in un corpo rozzo e poco levigato, goffo e pedante.

Giulia Calvani, da Pinocchio: la stop-motion di Guillermo del Toro reinventa il classico

Strange World, di Don Hall

Strange World NPC Magazine

Regia: Don Hall
Durata: 102′
Soggetto: Qui Nguyen
Disponibile su: Disney+

Cosa ne abbiamo scritto:

Nonostante la prima settimana al botteghino sia stata un clamoroso flop (appena 30 milioni di dollari guadagnati a fronte di una spesa che varia dai 180 ai 300 milioni), il film è un divertente omaggio ai grandi romanzi d’avventura, in particolare alle atmosfere di Jules Verne. […] A incantare davvero di Strange World è il mondo in cui i personaggi si muovono. Avalonia e lo “strano mondo” sotterraneo sono affascinanti, misteriosi e visivamente ricchissimi. Non mancano le creaturine simpatiche a fare da spalla, su tutte Legend, il cagnolone di famiglia, e Splat, un misterioso blob che non può che ricordare il dolcissimo Morph, ancora da Il pianeta del tesoro.

Beatrice Curti, da Strange World: l’omaggio Disney ai racconti di Jules Verne

My Father’s Dragon, di Nora Twomey

My Father's Dragon NPC Magazine

Regia: Nora Twomey
Durata: 99′
Soggetto: Ruth Stiles Gannett
Disponibile su: Netflix

Cosa ne abbiamo scritto:

Ispirato all’omonimo classico della letteratura americana per bambini, Il Drago di Mio Padre è disponibile su Netflix a partire dall’11 Novembre. Dopo la candidatura agli Oscar nel 2020 per il meraviglioso Wolfwalkers – Il popolo dei lupiCartoon Saloon torna protagonista con il suo quinto lungometraggio all’attivo. […] Il Drago di mio Padre è, più di ogni altra cosa, una storia d’amicizia incredibile, così come è incredibile l’animazione 2D che Cartoon Saloon porta sui piccoli e grandi schermi di tutto il mondo dal 2009, donandoci immancabilmente quella sensazione di vederci scorrere davanti agli occhi le pagine di un libro illustrato.

Filippo Bacchi, da Il drago di mio padre, l’Isola Selvaggia come antidoto alla realtà scadente

Flee, di Jonas Poher Rasmussen

Flee NPC Magazine

Regia: Jonas Poher Rasmussen
Durata: 89′
Soggetto: Jonas Poher Rasmussen
Disponibile su: Amazon Prime Video (a noleggio)

Cosa ne abbiamo scritto:

Flee racconta la storia di Amin, originario dell’Afghanistan. Dopo dieci anni passati in Danimarca l’uomo decide di raccontare la sua odissea da rifugiato. Il film esce nel 2021 e diventa un caso cinematografico […]. Flee è un altro esempio, similmente a film come Waltz with Bashir o il meno conosciuto Chriss the Swiss, di come documentario e animazione siano un connubio vincente per trovare la realtà e per entrare nel mondo e nelle emozioni dei testimoni. Ancora oggi l’animazione è considerata un mezzo limitato, ma casi come questi fanno notare quanto essa possa rendere reale e allo stesso tempo privata un’esperienza come quella di Amin e della sua famiglia.

Aurora Santacroce, da Flee: dove documentario e animazione convivono

Il Gatto con gli Stivali 2 – L’ultimo desiderio, di Joel Crawford

Il gatto con gli stivali 2 NPC Magazine

Regia: Joel Crawford
Durata: 100′
Soggetto: Giovanni Francesco Straparola
Disponibile su: solo al cinema

Cosa ne abbiamo scritto:

A ben 11 anni di distanza dal primo film, il mitico Gatto delle favole e del mondo di Shrek torna al cinema con il secondo capitolo: Il Gatto con gli Stivali 2 – L’ultimo Desiderio. […] Oltre alla sua comprensibilità per i neofiti, Il Gatto con gli Stivali 2 – L’ultimo Desiderio è un buon film d’animazione anche per i temi che tratta: la morte non è mai stata un argomento estraneo ai film destinati ai più piccoli (basti pensare alla quantità di morti genitoriali e non solo nei vecchi cartoni Disney), eppure negli ultimi decenni sembra che certi temi, considerati forse troppo adulti o complicati, siano diventati una sorta di tabù in film del genere […].

Guglielmo Scialpi, da Il Gatto con gli Stivali 2 – L’ultimo desiderio: il sequel che conquista contro ogni previsione

Wendell & Wild, di Henry Selick

Wendell and Wild NPC Magazine

Regia: Henry Selick
Durata: 105′
Soggetto: Henry Selick, Clay McLeod Chapman, Jordan Peele
Disponibile su: Netflix

Cosa ne abbiamo scritto:

Il regista di Nightmare Before Christmas – quello vero, Henry Selick – torna all’animazione con un film che brilla per allucinante e inesauribile creatività. La Stop Motion, volontariamente rallentata di qualche frame, incontra la tecnica tradizionale e la CGI in un racconto che stupisce per l’attenta caratterizzazione dei numerosi personaggi. Jordan Peele, ormai nome noto del genere horror, affianca Selick alla sceneggiatura e assieme tratteggiano siparietti comici e risvolti inaspettati. Succede di tutto e ci sorprende, tra morti resuscitati e bambine demoniache. Spazio alla fantasia, che nell’animazione trova sfogo e ci libera dalle paure di tutti i giorni. Una visione da regalarsi, da soli, ma anche in compagnia; per trovare assieme il filo che lega eventi votati al caos e all’imprevisto.

Alessandro Cavaggioni

Troppo Cattivi, di Pierre Perifel

Troppo Cattivi NPC Magazine

Regia: Pierre Perifel
Durata: 100′
Soggetto: Aaron Blabey
Disponibile su: Amazon Prime Video (a noleggio), Now TV

Cosa ne abbiamo scritto:

Dal 31 marzo arriva nelle sale il nuovo film d’animazione Dreamworks Troppo Cattivi diretto dal regista e animatore francese Pierre Perifel, con Sam Rockwell AwkwafinaMr. Wolf, il lupo, è l’attraente borseggiatore capobanda di una combriccola di truffatori composta dagli animali che l’uomo teme di più. Mister Snake lo scassinatore, l’esperto del travestimento Shark, l’irascibile Piranha e l’hacker Tarantola, la più razionale del gruppo. […] Un film d’animazione che si aggrappa per battute e connotazioni caratteriali dei personaggi all’universo del gangster movie affiancando con dimestichezza i topoi dell‘heist movie come Ocean’s Eleven.

Giulia Corsi, da I Troppo Cattivi e l’integrazione delle categorie emarginate

Apollo 10 e mezzo, di Richard Linklater

Apollo 10 e mezzo NPC Magazine

Regia: Richard Linklater
Durata: 98′
Soggetto: Richard Linklater
Disponibile su: Netflix

Cosa ne abbiamo scritto:

Non l’hai mai visto un film così. Stravagante – unico! – eppure capace di farti sentire a casa. Come essere su un altro pianeta e scoprire una realtà domestica. D’altronde con Apollo 10 e mezzo andiamo sulla luna, anche se è la vita di tutti i giorni a rubarci gli occhi. Si tratta di una storia senza storia, ossia la riproposizione fedele e assieme sfocata dell’infanzia di Linklater: una lunga stringa di ricordi che si imprimono su schermo con una semplicità che ha pari solo in poesia. […] Usciamo da Apollo 10 e mezzo con un eccezionale senso di gratitudine. La vita come susseguirsi di piccoli dettagli: il cinema di Linklater al grado zero.

Alessandro Cavaggioni, da Apollo 10 e mezzo, una bomba nostalgica di proporzioni epiche

Red, di Domee Shi

Red NPC Magazine

Regia: Domee Shi
Durata: 100′
Soggetto: Domee Shi, Julia Cho
Disponibile su: Disney+

Cosa ne abbiamo scritto:

Dal 12 marzo, su Disney+ è disponibile il 25esimo film PixarRed, con la magica regia di Domee Shi. Una divertente e ben ideata metafora della pubertà veicolata attraverso un enorme e morbido panda rossoRed è una storia che regala momenti di riflessione e intrattiene al contempo i più piccoli, nel modo che solo i cartoni animati firmati Disney Pixar sanno fare. […] Caratterizzate da un ritmo travolgente, le scene di Red scintillano, sfoggiano una tavolozza di colori dai toni brillanti. A rendere il tutto ancora più originale c’è l’incontro del cinema Pixar con l’estetica degli anime giapponesi.

Agnese Tonghini, da Red: la pubertà, che brutta bestia

Entergalactic, di Fletcher Moules (Kid Cudi)

Entergalactic NPC Magazine

Regia: Fletcher Moules
Durata: 92′
Soggetto: Kid Cudi, Ian Edelman, Maurice Williams
Disponibile su: Netflix

Cosa ne abbiamo scritto:

Entergalactic è un progetto molto particolare: non è solo uno special, ma anche un visual companion al nuovo album omonimo di Kid Cudi, rilasciato contemporaneamente allo special Netflix. […]. Punto di forza di Entergalactic sembra essere proprio la presenza di Kid Cudi, creativamente parlando. Nonostante nello special la sua sia una visione derivativa di altre opere, i momenti in cui le canzoni vengono accostate con le immagini in movimento, in quelli che sono a tutti gli effetti delle piccole videoclip musicali, sono quelle che danno più emozioni, e di cui si conserva più la memoria.

Guglielmo Scialpi, da Entergalactic: Kid Cudi tra passione e derivazione

Seguici su InstagramTikTokFacebook e Telegram per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Classe 1998, capitata qui un po' per caso. Sono toscana ma studio al DAMS di Bologna. Ovviamente appassionata di cinema e futura disoccupata. Sono la prova che si può amare Godard indossando t-shirt di Star Wars.

Studente di Media e Giornalismo presso La Sapienza. Innamorato del Cinema, di Bologna (ma sto provando a dare il cuore anche a Roma)e di qualunque cosa ben narrata. Infiammato da passioni passeggere e idee irrealizzabili. Mai passatista, ma sempre malinconico al pensiero di Venezia75. Perché il primo Festival non si scorda mai.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[streamweasels layout="status" channels="npcmagazine" game="" team="" ]