fbpx
migliori-film-sudcoreani-2022

I 10 migliori titoli sudcoreani usciti nel 2022

I migliori prodotti dell'anno made in Korea secondo NPC

//
10 minuti di lettura

Rispetto alle annate precedenti il 2022 vanta una presenza consolidata di contenuti sudcoreani in qualsiasi watchlist; sostanziale per gli ammiratori di lunga data e gli appassionati, più piccola ma presente per i curiosi neofiti. Merito probabilmente del fenomeno Squid Game, che per molti ha rappresentato la rivelazione di tutto un mondo, tanto vasto quanto complesso e affascinante.

A ridosso della fine di questo anno variopinto passiamo in rassegna i 10 migliori titoli, tra film e Serie TV, distribuiti nel 2022 dalla Corea del Sud, sperando di stimolare i fan al rewatch e alla prima visione chi se li fosse persi.

Le Buone Stelle-Broker, film

Broker Kore'eda NPC Magazine

Il regista giapponese Hirokazu Kore’eda racconta di abbandono, di pentimento e seconde chance, servendosi di una IU e di un Song Kang-ho in splendida forma. Il suo Broker è il ritratto di una famiglia nata per caso, i cui membri sentono gravare sulle spalle il peso di un passato oscuro e di molti segreti, unita dalla circostanza e dal bisogno di contatto umano; uno pseudo percorso di redenzione tentennante nei passi e dall’obbiettivo incerto, accompagnato da molti dubbi e da un forte senso di gratitudine. Un film silenzioso ma struggente, che vale la pena gustarsi al buio e in solitudine.

leggi la recensione di Broker – Le Buone Stelle

Pachinko, Serie TV

Pachinko NPC Magazine

È ispirato all’omonimo romanzo di Min Jin Lee il period drama (quasi tutto coreano, ma americano di produzione) che pone quattro generazioni a confronto sullo sfondo di Giappone, Stati Uniti e Corea del Sud. Servendosi di una narrazione su più piani temporali, Pachinko racconta i legami di sangue che condizionano nel bene o nel male il nostro vivere.

Con la stessa intensità Pachinko racconta la Storia, quella storia che può non far parte del vissuto ma che pesa, e per quanto silenziosa non manca di farsi sentire. Immensa Youn Yuh-jung e un Lee Min-ho che ancora ha da dire in un’opera drammatica sul senso di appartenenza e sulle ferite inferte che impiegano molto, troppo, a guarire.

Leggi la recensione di Pachinko

Nido di Vipere, film

Nido di Vipere NPC Magazine

Una borsa piena di soldi comparsa dal nulla nella vita di persone che, di soldi, hanno proprio bisogno; un intreccio frenetico di esistenze precarie e difficoltose, una realtà oscura dove il sole non batte. Protagonisti puniti dalla vita per qualche peccato commesso in precedenza o semplicemente baciati dalla disgrazia, tutti in cerca di una scorciatoia da imboccare alla svelta per uscire da un soffocante, insopportabile status quo; il disperato tentativo di sbarcare il lunario che dissemina vittime e non ha vincitori perché la vita, si sa, fa sconti solo a chi dice lei e quando le va. Nido di Vipere è un film che pare quasi scritto dai Coen e supervisionato da Quentin Tarantino, ma intriso da cima a fondo di Corea del Sud.

Leggi la recensione di Nido di Vipere

Alchemy of SoulsParte 1, K-drama

Alchemy Of Souls NPC Magazine

Un regno fittizio intriso di magia, un’antica lotta tra famiglie per il potere, pratiche proibite, intrighi e segreti, storie d’amore, dulcis in fundo dei giovani maghi armati di spada; sono questi gli ingredienti di Alchemy of Souls-Parte 1, gestiti non perfettamente ma in modo ammirevole, calati in un contesto idillico forte del fascino del passato. Il prodotto perfetto per chi ama il genere e ha pazienza: intrattenimento certo, adrenalina assicurata, e una seconda stagione (se così la si può chiamare) in arrivo dal prossimo gennaio su Netflix. Per quest’ultima, forse, aspettative un po’ troppo alte che si spera saranno soddisfatte a dovere.

Leggi la recensione di Alchemy of Souls – Parte 1

Our Blues – Vite Intrecciate, K-drama

Our Blues NPC Magazine

L’isola di Jeju fa da palcoscenico a questo K-drama corale trasudante di dolcezza, che incoraggia lo spettatore a vivere la vita lasciandosi trasportare dall’amore in ogni sua forma e con tutta la veemenza di cui è capace. Our Blues è un ritratto semplice e veritiero della vita, depurato da fronzoli e inutili sovrastrutture, e reso al meglio su schermo grazie ad un cast stellare; vite intrecciate (per l’appunto) dalla circostanza e dal destino, osservate una per una con una lente di ingrandimento, accompagnate dai richiami degli ambulanti, dal chiasso del porto al mattino e delle onde del mare.

Leggi la recensione di Our Blues – Vite Intrecciate

The Policeman Lineage, film

The Policeman Lineage NPC Magazine

Diretta da Lee Kyu-man e da lui stesso presentato al Florence Korea Film Festival (Qui la nostra intervista), The Policeman Lineage è un film crudelmente realistico, che rivela la fragilità di ideali e principi morali, gli stessi secondo cui l’uomo cosiddetto virtuoso si vanta di agire. Presentando i due protagonisti come antitetici, The Policeman Lineage esalta l’aspetto conflittuale del loro rapporto attribuendolo alla naturale ambiguità dell’animo umano, in un contesto di violenza e ingiustizia in cui nessuno ha veramente torto o ragione e in cui bene e male coesistono senza mai prevaricare del tutto sull’altro. Un thriller senza esclusione di colpi che lascia molti dubbi e domande a chi lo guarda.

Leggi la recensione di The Policeman Lineage

Avvocata Woo, K-drama

Avvocata Woo NPC Magazine

In Avvocata Woo, disponibile su Netflix, un’avvocata geniale affetta da disturbo dello spettro autistico è protagonista di un legal drama ottimista e quieto. Ogni episodio è una battaglia contro pietismo e pregiudizi, combattuta sia in tribunale che al di fuori. Una storia che eleva l’empatia a nuovo Vangelo, forse a tratti più vicina alla fiaba che al mondo reale, ma che a principi e principesse non accenna neanche per caso: Avvocata Woo è una di quelle fiabe che si realizzano per davvero, di certo non così spesso né per intero, ma di cui le persone vogliono costantemente sentir parlare.

Leggi la recensione di Avvocata Woo

Hommage, film

Hommage NPC Magazine
Lee Jeong-eun in una scena di Hommage

Si tratta del film uscito trionfante (meritatamente) dal Florence Korea Film Festival, presentato in anteprima mondiale proprio a Firenze. Hommage è una pellicola solo parzialmente autobiografica che punta il dito contro la crudeltà dell’industria del cinema, una caratteristica recondita e poco nota e al contempo spaventosamente determinante; ma la regista Shin Su-won vede una luce in fondo al tunnel. La sua è una passionale dichiarazione d’amore per l’arte cinematografica in sé che anno dopo anno, e nonostante tutto, vive e respira. Con Hommage, l’invito è proprio di contribuire a mantenerla viva, preferendo la qualità a insignificanti blockbuster.

Tomorrow, K-drama

Tomorrow kdrama NPC Magazine

Ecco un K-drama a sfondo sociale che non poteva di certo essere escluso da questa lista. Protagonista una squadra di angeli della morte incaricata di prevenire i suicidi, chiunque sia la vittima e qualunque sia la motivazione; distributori di speranza, in poche parole, distruttori di quel convinto menefreghismo che caratterizza chi non è mai entrato a contatto con certe realtà. Tomorrow è una spinta a prendere consapevolezza, una secchiata di acqua fredda mentre stiamo dormendo; l’augurio è che, dopo averlo guardato, lo spettatore inizi a porsi qualche domanda in più, nel remoto caso in cui Squid Game non avesse fatto aprire abbastanza gli occhi.

Leggi la recensione di Tomorrow

Piccole Donne, K-drama

Piccole Donne NPC Magazine

Il titolo non deve trarci in inganno perché dal classico intramontabile di Louisa May Alcott questo K-drama prende in prestito solo i punti salienti, cioè le peculiarità caratteriali dei personaggi e l’essenza di alcuni rapporti che mettono in moto l’intera storia. Per il resto la versione sudcoreana di Piccole Donne prende la decisione di distaccarsi completamente, rispettando la sacralità dell’originale e distinguendosi (perlomeno, in quanto a creatività) dai remake a cui siamo ormai abituati. Il risultato è un thriller dai tratti familiari ma originale, non privo di difetti, ma adattato adeguatamente e con furbizia ai tempi correnti.

Leggi la recensione di Piccole Donne


Seguici su InstagramTik TokTwitch e Telegram per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Classe 1996, dottoranda in Ingegneria Industriale all’Università di Napoli Federico II, il cinema è la mia grande passione da quando ho memoria. Nerd dichiarata, accanita lettrice di classici, sogno di mettere anche la mia formazione scientifica al servizio della Settima Arte. Film preferito? Il Signore degli Anelli.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[streamweasels layout="status" channels="npcmagazine" game="" team="" ]