fbpx
film-2022

Almanacco cinefilo del 2022: un anno in film e serie

//
20 minuti di lettura

Nel grande almanacco sportivo di Ritorno al Futuro 2 c’era tutto il meglio dei match disputati dal 1950 al 2000. Partite, risultati, vincitori. Nel nostro almanacco c’è giusto il cinema e la tv di un anno, il 2022. Un tentativo di riassumere, mese per mese, titolo per titolo, il meglio e il peggio su cui abbiamo posato gli occhi. Da gennaio a dicembre, da Euphoria alla Via dell’Acqua. Purtroppo, non crediamo che viaggiare nel tempo con il nostro almanacco sotto braccio possa cambiarvi la vita come la cambiò a Biff nel film. Speriamo però possa esservi comunque utile per tirare le somme di un anno lungo e ricco di proposte. Per valutazioni e classifiche più specifiche, e per gli amanti delle lunghe liste, apriamo l’almanacco cinefilo del 2022 con la lista delle top10 che abbiamo composto per voi. A guardarlo da lontano, questo 2022, c’è di che ringraziare i propri occhi. Non è mancato lo spettacolo, ma neanche la sperimentazione e i grandi colpi di creatività. Anche quest’anno, il cinema muore l’anno prossimo.

Le nostre top10:

Almanacco a cura di Andrea Marcianò, Agata Iacopozzi, Alessandro Cavaggioni, Giulia Calvani, Guglielmpo Scialpi, Rebecca Fulgosi

Gennaio, i colori di Euphoria

Gennaio. Il 2022 ha inizio tra le illusioni di Del Toro e il suo Nightmare Alley, ritorno al gotico allegorico, e gli imbrogli del Matrix. Keanu Reeves è di nuovo incastrato nella matrice architettata dalle macchine e in Matrix 4 cerca ancora una via di fuga. La saga action che ha cambiato per sempre generi e tecniche del cinema si rivela riflessione metacinematografica sulla condizione dell’industria, sui voleri dei produttori, sui desideri degli spettatori. Il film non raggiunge il successo sperato, e non funziona come potrebbe, ma inaugura l’anno con le migliori premesse. Simile approccio e ricerca anche in Scream, quinto capitolo della saga horror, che con il faccione di Ghostface torna a terrorizzare e a insegnarci i retroscena del genere. Impariamo qui la parola requel, ibrido contemporaneo tra sequel e prequel. Con Drive My Car scompariamo nel bel cinema di Hamaguchi, predestinato – poi confermato – all’Oscar. La TV si ammanta di grana e sonorità con la seconda stagione di Euphoria. La distribuzione settimanale ne fa a lungo un tema di discussione su cui riflettere (e memare). Il 2022 sarà segnato anche da questo cambio di regime distributivo, a cui persino Netflix inizia ad adattarsi.

Citazione del mese:

The choice is an illusion. You already know what you have to do.

Matrix 4, Lana Wachowski
Canzone del mese: Da Euphoria 2, Sam Levinson

Febbraio, gli occhiali di Dario Argento

Febbraio. Mese spento e zoppicante. Dario Argento delude senza troppe aspettative dimostrando, con Occhiali neri, tutta la sua stanchezza. Il buon cinema italiano si riscatta, però, grazie a Ennio di Giuseppe Tornatore, ed esce nel frattempo Belfast: un esperimento interessante firmato Kenneth Branagh. Ma tornando nel Belpaese, Il legionario di Hleb Papou fa ben sperare in un nuovo talento del cinema crime. Su Prime Video la tv torna agli show e la seconda stagione di LOL attira un pubblico famelico di nuovi tormentoni. Vince Maccio Capatonda, in finalissima con Virginia Raffaele. La Fantastica Signora Maisel invece perde il tocco comico in una stagione di passaggio che conduce dritti al gran finale. Fa discutere Pam&Tommy su Disney+, serie dedicata a Pamela Anderson e l’ex compagno Tommy Lee.

Citazione del mese:

La musica esige che prima si guardi dentro se stessi,

Ennio, di Giuseppe Tornatore
Canzone del mese: da Ennio, di Giuseppe Tornatore

Marzo, la pioggia di Batman

Marzo. Mese di grandi ritorni: sul fronte action escono AmbuLAnce di Michael Bay e Moonfall di Roland Emmerich, entrambi registi che mancavano sul grande schermo da un po’ di tempo (nel bene e nel male). Grande ritorno anche per Paul Thomas Anderson con Licorice Pizza, che incanta i grandi schermo che brillano sotto la luce malinconica della Los Angeles anni ’70. Buio pesto e pioggia continua colpisce invece il personaggio di Batman, stavolta interpretato da Robert Pattinson nel noir di Matt Reeves. Interessante il documentario animato Flee di Jonas Poher Rasmussen, che fa parlare di sé e punta agli Oscar, dove trionfa CODA nel disinteresse generale: è Will Smith e lo schiaffo dell’anno a far parlare di sé. Netflix risponde a Prime Video e al suo arsenale di show televisivi con una miniserie di e con Alessandro Cattelan. AppleTV+ invece prosegue il percorso da quality tv e in WeCrashed, con la coppia Jared Leto-Anne Hathaway, racconta la storia della start up WeWork.

Citazione del mese:

I’m not going to forget you. Just like you’re not going to forget me

Licorice Pizza, Paul Thomas Anderson
Canzone del mese: Da The Batman, Matt Reeves

Aprile, le scarpe di Sonic

Aprile, dolce dormire. E invece no, di corsa in sala a vedere lo spettacolare The Northman, l’ultima fatica di Robert Eggers. Anche i pupilli di Venezia79 si ricordano di noi: Finale a Sorpresa e La Figlia Oscura arrivano finalmente al cinema. Questo mese l’offerta è davvero ghiotta. In modi diversi e forse agli antipodi, C’mon C’mon e Sonic 2 ci invitano alla tenerezza: il primo richiamandoci alla dolcezza dell’ascolto, il secondo giocando con un riccio in CGI che è più umano dell’umano. Su Disney+ arriva la prima Serie originale italiana, adattamento de Le Fate Ignoranti. Il fronte Netflix dà il via alla conclusione di Better Call Saul, che con la sesta e ultima stagione conferma plausi e stupori di critica e pubblico.

Citazione del mese:

blablablablabla

C’mon C’mon, di Mike Mills
Canzone del mese: Da Sonic 2, di Jeff Fowler

Maggio, il jet di Tom Cruise

Maggio. Grandi emozioni: il mese inizia con l’uscita di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, che vede l’atteso ritorno di Benedict Cumberbatch e di Sam Raimi nel mondo Marvel, e si conclude con l’altrettanto atteso ritorno di Tom Cruise in Top Gun: Maverick di Joseph Kosinski, che ha battuto molti record al botteghino. Menzioni speciali a Only the Animals di Dominik Moll e Gagarine di Fanny Liatard e Jérémy Trouilh. Ritorno alla Galassia Lontana Lontana su Disney+ con l’arrivo di Obi Wan-Kenobi, serie tv con protagonista il Maestro Jedi. La critica si divide, i fan restano in parte delusi. Aspettative troppo alte? Il mondo Star Wars in tv non trova ancora la quadra. Più felice, nonostante i primi dubbi, How I Met Your Father, serie con Hillary Duff protagonista, novella Ted della storica Sitcom.

Citazione del mese:

Il multiverso è un concetto di cui sappiamo spaventosamente poco

Doctor Strange: Nel Multiverso della Follia, di Sam Raimi
Canzone del mese: da Top Gun: Maverick, di Joseph Kosinski

Giugno, lo sguardo di Elvis

Giugno. Il ritorno al cinema è lustrini e Rock n’ Roll con Elvis, attesissimo lungometraggio di Baz Luhrmann che torna alla regia a 9 anni di distanza dal suo ultimo lavoro. Austin Butler è meraviglia per gli occhi, ma giugno si apre all’ombra dei dinosauri: Jurassic World – Il Dominio, terzo capitolo della trilogia, si rivela presto un mezzo flop. Su Netflix sbarca la poco convincente Casa di Carta – Corea, mentre su Disney+ arriva l’irriverente Ms. Marvel, novità teen che rinfresca le proposte MCU con leggerezza e simpatia.

Citazione del mese:

If I can’t moveI can’t sing

Elvis, Baz Luhrmann
Canzone del mese: da Elvis, Baz Luhrmann

Luglio, il martello di Thor

Luglio. Le temperature esterne ci costringono a cercare rifugio anche in sala. Per chi vuole tornare bambino c’è Thor: Love and Thunder, l’infantile e sgargiante follia di Taika Waititi. Per chi, invece, ha fretta di crescere c’è la sessualità disinibita di X – A sexy horror story. Intanto, su Netflix, Persuasione prova a riportare in vita Jane Austen (senza successo). Meglio darsi alle serie: il finale di Stranger Things 4 è una visione quasi obbligata, ma Westworld 4 bussa alla vostra porta (un’ultima volta).

citazione del mese:

See you on the other side

Stranger Things 4. Duffer Brothers
Canzone del mese: Da Stranger Things 4, di Duffer Brothers

Agosto, le nuvole di Jordan Peele

Agosto. Nel solleone di agosto ci rinfreschiamo con la grottesca e invernale Rimini di Ulrich Seidl: un sottosopra che fa dimenticare per quasi due ore la Riviera turistica. Esplode la Minion-mania – e l’assurdo trend di Gentleminion – con Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo. Soddisfa poco Crimes of the Future di Cronenberg, ma apre dibattiti mentre il body horror angoscia ancora. Ma il vero focus del mese è Nope di Jordan Peele: un nuovo horror che vi consigliamo di (non) guardare. Il verde acceso di She-Hulk lascia a desiderare, ma è con il prequel di Game of Thrones, House of the Dragon, che torniamo al magico e intrigato mondo di Westeros. Grande sorpresa per The Sandman, Serie TV Netflix tratta dall’omonimo fumetto. A un mese dall’uscita di Rings of Power, serie tratta dal mondo de Il Signore degli Anelli, il 2022 si conferma l’anno fantasy della serialità.

Citazione del mese:

I want to be a super villain

Minions 2, Kyle Balda, Brad Ableson e Jonathan del Val
Canzone del mese: da Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo

Settembre, la casa dei Draghi

Settembre. Occhi puntati sul Lido di Venezia. La 79esima edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia lancia film e temi per i mesi a venire. Grandi discussioni su Blonde di Andrew Dominik, che rivede e rimaneggia la figura di Marilyn come simbolo dello sguardo e della spettatorialità. Meno intellettualistiche le discussioni che riguardano Harry Styles, Florence Pugh e Chris Pine. I protagonisti dell’ultimo film di Olivia Wilde, Don’t Worry Darling, sono al centro di polemiche, presunti sputi (sarà vero? noi diciamo di no) e gossip da Festival. Alla fine, con sorpresa di molti, vince Laura Poitras e il suo documentario All The Beauty and The Bloodshed (tra i migliori dell’anno). Da casa se ne accorgono pochi, Skam Italia 5 prende una fetta importante di attenzioni, ma è a Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del Potere che va tutta l’attenzione. Purtroppo, la magniloquenza delle immagini messe in piedi da Prime Video non ha molto a che vedere con una sceneggiatura pomposa e di poco interesse. Gli spettatori iniziano a decidere, e in quel contest mai dichiarato ma sotteso, sembra vincere House of The Dragon.

Citazione del mese:

Meat without wine is also a sin

House of the Dragon
Canzone del mese: da Vortex di Gaspar Noè

Ottobre, il Bagel della famiglia Wang

Ottobre. Il Multiverso non appartiene più solo ai supereroi, diventa possibile e familiare: Everything Everywhere All At Once divide a metà la critica e si impone come uno dei titoli più controversi dell’anno, sorte condivisa anche da Amsterdam, l’attesissimo film di David O. Russell a cui si deve la dimostrazione della fallibilità dello star system. Ottobre fortunato invece per La Stranezza, il film italiano che riporta le sale agli incassi pre-pandemici, e Triangle of Sadness. Sorpresa e meraviglia su Disney+, con The Bear, la Serie TV che non stavamo aspettando e che ha cambiato tutte le classifiche dell’anno (anche la nostra). L’attesa, e la gioia, riguarda invece la quarta stagione di Boris. Poteva essere un disastro, e invece torniamo sul set con personaggi mitici e nuovi tormentoni. Una vittoria importante per questo 2022.

Citazione del mese

I Saw My Life Without You. I Wish You Could Have Seen It… It Was Beautiful.

Everything Everywhere All At Once, I Daniel
Canzone del mese: da Everything Everywhere All At Once, de I Daniels

Novembre, la mano Addams

Novembre. All’insegna del ricordo e del tributo con il rilascio di Black Panther: Wakanda Forever che incanta e commuove critica e pubblico di tutto il mondo. A fine mese tocca a Bones and All, il non-convenzionale film on the road di Luca Guadagnino, e The Menu con Ralph Fiennes e Anya Taylor-Joy. Ritorno alla sala per l’animazione Disney con Strange World, omaggio alle avventure in pieno stile Jules Verne. Su Netflix arrivano The Crown 5, le prime smagliature della serie si fanno visibili. Esplode la Mercoledì-mania: la Serie TV di Tim Burton batte ogni record e piace a (quasi) tutti.

Citazione del mese:

I do like stabbing

Wednesday, Tim Burton
Canzone del mese: da Mercoledì, Tim Burton

Dicembre, l’acqua di Pandora

Dicembre. Il mese dei colossi e dei kolossal: nei giorni del suo compleanno, Steven Spielberg è al cinema con The Fabelmans, testamento d’amore al cinema e alle origini che ripercorre la vita di uno dei cineasti più noti del mondo. Il Natale è “in famiglia”, ma su Pandora! Avatar – La Via dell’Acqua di James Cameron è un miracolo visivo destinato a cambiare, ancora una volta, il futuro della tecnica del cinema. The Bad Guy su Prime Video sorprende tutti: la Serie TV italiana con protagonista Lo Cascio è uno dei migliori titoli dell’anno e regala speranze per il 2023.

Citazione del mese

Movies are dreams that you never forget

The Fabelmans, Steven Spielberg
Canzone del mese: da Avatar – La Via dell’Acqua, di James Cameron

Seguici su InstagramTik TokTwitch e Telegram per sapere sempre cosa guardare!

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[streamweasels layout="status" channels="npcmagazine" game="" team="" ]